Amarcord: BOLOGNA-MILAN di tanti anni fa…. 7 feb

Scritto da  Feb 07, 2017

IL BOLOGNA BATTE IL MILAN E VENDICA LIGUORI

 Il 2 maggio 1971, allo stadio Comunale di Bologna si disputa l'incontro di calcio Bologna-Milan. Non si tratta di una partita qualunque. Nella gara di andata, a Milano, il mediano rossoblu Francesco Liguori era dovuto uscire in barella a seguito di un intervento "troppo deciso" di Romeo Benetti. Per il giovane giocatore, in odore di convocazione in Nazionale, iniziava un dramma. L'infortunio si rivelava più grave del previsto. Erano interessati i legamenti crociati, il collaterali interno, il menisco interno e la capsula posteriore del ginocchio destro. Infortunio che porterà praticamente al ritiro il giovane Liguori dal calcio professionista. A seguito di tutto ciò i tifosi rossoblu, corsi in massa allo stadio, chiedevano ai loro giocatori di compiere una "vendetta sportiva". Il Milan era in lotta, con i cugini nerazzurri, per il titolo di Campione d'Italia e una sua sconfitta a Bologna avrebbe assegnato il titolo all'Internazionale.

Il primo tempo si rivelava ricco di colpi di scena e di occasioni mancate, sia dall'una che dall'altra parte. Iniziava Savoldi che, al 4' di testa, mandava alto sul fondo un cross di Bulgarelli. Due minuti dopo il Milan si portava in vantaggio. Benetti serviva Rivera che era lestissimo ad infilare una statica difesa bolognese servendo Villa, lesto ad anticipare Vavassori uscitogli incontro e a realizzare. Al 10 Prati serviva Rivera che da otto-nove metri dalla porta metteva alto. Al 28' il Milan raddoppiava. Combin effettuava un lungo cross al centro dell'area. Roversi, di testa, anticipava Prati, ma purtroppo metteva il pallone sui piedi dello smarcatissimo Villa che, a pochi metri da Vavassori non faceva fatica a realizzare. Passavano pochi minuti ed il Milan rischiava di triplicare. Al 35' Prati su cross di Combin anticipava tutti, Vavassori compreso, ma incornava il pallone fuori di un soffio. Rapido cambiamento di fronte ed era la volta di Perani a fallire la rete del 1-2. A due minuti dal termine del tempo il Bologna riduceva le distanze. Un cross di Rizzo serviva Pace il quale, di testa, metteva la sfera sui piedi dell'avanzatissimo Fedele: il terzino era lesto a far esplodere un tiro secco ed imparabile che terminava alle spalle di Belli.

Il gol galvanizzava i rossoblu che si ripresentavano in campo, nella ripresa, completamente trasformati. Al 52' Pace mancava incredibilmente una facile occasione per pareggiare. Al 56' Savoldi realizzava una rete ma commettendo fallo di mano e la rete veniva giustamente annullata. Tutto il Bologna si proiettava all'attacco, trascinato da Perani, Rizzo. Fedele e Bulgarelli. Si arrivava al 60' quando un suggerimento di Cresci metteva "capitan" Bulgarelli a tu per tu con Belli. Giacomo effettuava un tiro senza convinzione che veniva respinto dal portiere milanista con una gamba. Al 71' era Prati che dopo aver scartato nell'ordine Battisodo e Vavassori, calciava a colpo sicuro in rete. Ma Vavassori con un miracoloso recupero riusciva a deviare, di piede, la minaccia. Passavano due minuti e Rizzo in rovesciata serviva Perani a pochi metri dalla linea di porta. Marino, purtroppo, indugiava di quel tanto che consentiva a Schnellinger di salvare in fallo laterale. Al 76' il Bologna arrivava al meritato pareggio. Pace traversava al centro area, Savoldi bucava clamorosamente, ma alle sue spalle si faceva trovare pronto Rizzo che tirava. Sulla traiettoria Rosato colpiva involontariamente la palla con la mano, ingannando irreparabilmente il proprio portiere Belli. Passavano soli due minuti e il Bologna giustiziava i rossoneri. Fedele appoggiava un invitante pallone al centro dell'area e Savoldi, di testa, realizzava il gol della vittoria. A legittimare il risultato a favore dei padroni di casa Scala sbagliava il quarto gol solo davanti a Belli. La partita non aveva più storia. I tifosi rossoblu esplodevano in gioiosi cori all'indirizzo dei loro giocatori che aveva "vendicato" Liguori. Il Milan aveva matematicamente perso lo scudetto a Bologna.

Lamberto Bertozzi

 

Il tabellino della partita:

BOLOGNA–MILAN 3-2

Reti: Villa 6', Villa 28', Fedele 43', Rosato (aut.) 76', Savoldi 78'.

BOLOGNA: Vavassori, Roversi, Fedele (Scala 85'), Cresci, Battisodo, Gregori, Perani, Rizzo, Savoldi, Bulgarelli, Pace. - All. Fabbri Edmondo.

MILAN: Belli, Anquilletti, Rosato, Maldera III, Schnellinger, Biasiolo, Combin, Villa S., Benetti, Rivera (Casone 52'), Prati. - All. Rocco.

Arbitro: Toselli di Cormons

 

Didascalia foto:

Foto di apertura: La rosa del Bologna 1970-71. In piedi da sinistra: Janich, Savoldi, Testa, Fedele, Aristei, Cresci, Vavassori, Bulgarelli, Ciacci, Roversi, Pace, Adani; seduti da sinistra: Liguori, Gregori, Ghetti, Di Carlo, Battisodo, Perani, Ardizzon, Scala, Vastola, Rizzo, Prini.

Foto in basso: il mediano Francesco Liguori.