L'esperto di calcio cinese Gineprini: "Destro al Beijing? Tutto è possibile, ma..." - 10 feb

Scritto da  Feb 10, 2017

 

 

Nicholas Gineprini è l'autore del libro "Il sogno cinese - Storia ed economia del calcio in Cina" e uno dei più grandi esperti del calcio giocato nel Celeste Impero, di cui tiene costanti e ben approfonditi aggiornamenti sul suo "Blog Calcio Cina". Sull'emergente forza economica nel panorama calcistico mondiale - e sulla cultura ad essa legata - ha tenuto anche diverse lezioni, e noi lo abbiamo raggiunto telefonicamente per avere qualche ragguaglio sulla ventilata offerta arrivata proprio oggi per Mattia Destro da parte del Beijing Guoan, che sarebbe pronto a mettere sul piatto la bella cifra di 18 milioni di euro per avere il numero 10 del Bologna.

"La notizia è uscita oggi, ed è naturalmente impossibile stabilire quanto ci sia di veritiero. Possibile? Beh, possibile senz'altro, dato che Destro corrisponde al profilo di giocatore ricercato dal Beijing. Prima di lui le "Guardie Imperiali" hanno cercato di stringere per Adrian Ramos del Borussia Dortmund e Lukas Podolski, ex-Inter adesso al Galatasaray. Nomi non molto altisonanti, o meglio il tedesco lo sarebbe ma da anni è in netta fase calante." Ecco perché dunque virare su Destro, ex-grande promessa del calcio italiano che non sta attraversando un periodo facile: dopo i chiaroscuri a Roma e la parentesi tutta da dimenticare al Milan, il centravanti esploso nel Siena aveva cercato di rilanciarsi a Bologna, ma è certo che qualcosa non sta funzionando.

Perché proprio Destro? "L'alternativa in questo momento sarebbe Paloschi, perché i giocatori italiani sono apprezzati dal punto di vista tattico e, soprattutto, si tratta di due giocatori di cui le rispettive società di appartenenza, rispettivamente Bologna e Atalanta, potrebbero privarsi in questo momento di una stagione da cui non hanno molto da chiedere. Chiaro che, con il mercato cinese che chiuderà il 28 febbraio, le squadre della Super League devono necessariamente cercare questo tipo di profili, dato che chi cede non potrebbe ricorrere al calciomercato per acquistare un sostituto."

Destro potrebbe vedersi recapitare un'offerta importante, anche se non sul livello di quanto visto per Tevez e Pellé. "Pellé era comunque il centravanti titolare della Nazionale italiana, Destro ha difficoltà a Bologna...si potrebbe ipotizzare un ingaggio che vada sui 5-6 milioni di euro l'anno, e a 25 anni si tratta di un'offerta importante ma che significherebbe anche, ovviamente, allontanarsi dal calcio che conta. Certo è che se in Cina facesse bene potrebbe anche cercare un rientro in Europa tra qualche anno."

L'offerta è tutta da verificare perché, dice Gineprini, "spesso siti e giornali sparano notizie quasi a casaccio sul calcio cinese, consapevoli che è l'argomento del momento e che i soldi non mancano. La verità è però che certe notizie andrebbero verificate, dato che spesso si parla di squadre che cercano stelle straniere pur avendo già riempito le caselle disponibili per gli stranieri." Non è il caso del Beijing Guoan, dove però Destro, sempre secondo Nicholas, rischierebbe persino di non giocare. "Il centravanti titolare dei pechinesi è il turco Burak Yılmaz, giocatore di spessore e con caratteristiche simili. Difficile pensare che possano davvero puntare tanto su Destro, anche se ovviamente mai dire mai. Oltre a Paloschi l'alternativa vera sarebbe rappresentata dal messicano Raúl Jiménez, giocatore nell'orbita del potentissimo procuratore Jorge Mendes, vicino alla dirigenza del Beijing. Sempre dai portoghesi si fa anche il nome di Jonas, brasiliano con passaporto italiano."

Che squadra è il Beijing Guoan? "Una ex grande squadra, che cerca un rilancio e che in questi mesi che precedono il campionato - il torneo cinese si gioca da marzo a novembre - ha promesso forti investimenti paragonabili a quello delle big come Shangai SiPg allenato da Andres Villas-Boas e il Guangzhou Evergrande del brasiliano Scolari. La scorsa stagione, per nove giornate, ci ha allenato Zaccheroni, poi è stata affidata a un traghettatore e da quest'anno in panchina siede lo spagnolo José Manuel González López, già passato di qui come membro dello staff. Finora i ventilati investimenti non si sono visti, ma solo operazioni minori e trasferimenti a parametro zero a fronte della cessione dell'ala Chengdong Zhang, passato all'Hebei Fortune per 20 milioni di euro. Ecco perché un colpo, da qui alla chiusura del mercato, è lecito attenderselo. Presto però per dire se si tratterà di Destro..."

foto: bologna.repubblica.it

 

Ultima modifica il Venerdì, 10 Febbraio 2017 18:17
Simone Cola

Scrive per 1000 Cuori Rossoblu dal 2013, è anche autore del blog "L'Uomo nel Pallone" in cui scrive di storie dei calcio