Stampa questa pagina

STADIO - Difesa a pezzi, chance per Helander - 28 feb

Scritto da  Feb 28, 2017

Domenica al Dall'Ara arriva la Lazio di Simone Inzaghi, squadra temibile con un attacco forte e tecnico che la retroguardia rossoblu cercherà di arginare. E' proprio il reparto arretrato però quello ridotto all'osso. Dopo l'ennesima espulsione, questa volta data a Torosidis, e le indisponibilità di Maietta e Gastaldello, Donadoni sarà obbligato a inserire la coppia Oikonomou-Helander, come scrive Matteo Fogacci su Stadio. Finalmente chance dal primo minuto per il centrale svedese, dopo i mesi passati a dannarsi per una lombalgia dolorosissima, e per un problema muscolare che ha allungato nuovamente i tempi di recupero. 

Filip in stagione ha totalizzato 383 minuti, con una gol, proprio contro i biancocelesti. Dopo quella rete, tre sfide giocate da titolare contro Sassuolo, Fiorentina e Roma, intervallate da un subentro verso la fine della partita contro il Chievo. In seguito la parabola discendente e gli infortuni, che dopo una trasferta con la Nazionale lo hanno costretto a mesi di assenza. 

Contro la Lazio quindi Helander sarà al centro della difesa, almeno con ogni probabilità, visto che le alternative sembrano essere o lo spostamento di Mbaye di fianco a Oikonomou, o l'arretramento di Dzemaili. Queste due ipotesi sembrano quantomai azzardate, soprattutto perchè è probabile che domenica vedremo il terzino sulla sua corsia di competenza e Blerim a centrocampo, a creare fastidi alla retroguardia avversaria, come fa da inizio anno. 

Davide Centonze

Appassionato di calcio e soprattutto tifoso rossoblu. Attualmente frequentante il corso di scienze della comunicazione con il sogno di diventare giornalista sportivo.