Poli; “Inesperienza e ingenuità, ma stanno crescendo” – 4 mar

Scritto da  Mar 04, 2017

Nel 1987, Luigi Maifredi, si affidò completamente a lui per impostare la squadra, che vinse il campionato di serie B. Nel capoluogo emiliano disputò ben 5 campionati, tra la Serie A e la Serie B. Ottenne ottimi risultati, tanto da divenire capocannoniere stagionale nel 1988-89, portando alto l’onore rossoblù. Con la squadra capitolina, invece, totalizzò 60 presenze e 3 reti, tra campionato di Serie B e Coppa Italia. Stiamo parlando di Fabio Poli, e la redazione di 1000cuorirossoblu lo ha intervistato in esclusiva. Un grazie speciale all’ex atleta per la sua disponibilità e simpatia.

Sig. Poli, le chiedo di commentare questo dato; 28 sono i punti totalizzati dal Bologna, 15 sono quelli persi, 43 sono quelli che avremo potuto avere a questo punto del campionato.
“Il Bologna potrebbe essere all’ottavo posto, è imbarazzante come siano stati persi così tanti punti, anche se certe decisioni arbitrali hanno influito parecchio. Ho notato un po’ di inesperienza calcistica nei ragazzi di Donadoni ma, appunto, sono quasi tutti ragazzi molto giovani. Se devo essere sincero, non vedo molto bene i rossoblù, non sarà facile riprendersi, anche perché gli aspetta un finale di campionato movimentato con gare difficilissime contro le squadre più in forma del momento.”

Uno dei tanti tallone d’Achille dei rossoblù è l’ultimo quarto d’ora. Ormai è chiaro che non si tratti solo di sfortuna.
“Se le partite finissero al 75’ il Bologna sarebbe ai piani alti della classifica, a 6 punti dalla zona Europa, ma la fortuna e la sfortuna le si creano da soli. Non è facile commentare questi dati, ma non credo che si tratti della condizione fisica degli ultimi minuti, penso che l’unico problema sia proprio l’inesperienza e l’ingenuità tattica dei giovani. Oltre a questo, ho visto anche certi grossi errori che giocatori di questo livello non dovrebbero commettere. Di positivo c’è che queste situazioni sono utili per farli crescere mentalmente e moralmente.”

La Lazio di Simone Inzaghi che squadra è?
“ La Lazio che è scesa in campo nel derby ha stupito tutti, tecnica e tattica molto ben preparate. Sarà difficile che il Bologna riesca a fare risultato poi, si sa, nel calcio può cambiare da una domenica all’altra.”

Guardando la classifica ci sono 5 squadre in lotta per l’Europa League; Lazio, Milan, Inter, Atalanta e Fiorentina. Chi si qualificherà?
“Sicuramente l’Atalanta e probabilmente anche il Milan, perché se lo sta meritando abbastanza e ho l’impressione che in molti abbiano piacere che sia così. Sembra quasi che non possa mancare l’obbiettivo Europa. E’ brutto da commentare, ma è così che la vedo io come lo sta vedendo tutta Italia.”

 

La serie A di oggi è un campionato povero di valori?
“E’ un campionato falsato di partenza, basta pensare alla spartizione dei diritti TV; c’è la Juve, poi c’è un campionato a parte. Ci sarebbero tante cose da cambiare, che non cambieranno mai a causa della potenza e prepotenza di certe squadre. I recenti e molto frequenti errori arbitrali sono imbarazzanti ed è un vero dispiacere vederli. Se il nostra grande Joey Saputo non farà qualcosa a riguardo sarà difficile vedere il Bologna decollare.”