RdC – Le parole di Helander e Dzemaili nel post partita - 6 mar

Scritto da  Mar 06, 2017

Nell’inedito 3-5-2 di Donadoni, lo svedese Filip Helander è stato il centrale difensivo che ha sfigurato meno al cospetto della fisicità e della velocità di Immobile e soci. Ma, un solo giocatore non è stato abbastanza per impedire alla Lazio di espugnare il Dall’Ara, come scrive Nicola Baldini sul Resto del Carlino.

“Non abbiamo parlato molto, lo faremo durante l’allenamento. Siamo tristi e dispiaciuti, lavoreremo al massimo in settimana per cercare di rialzarci.” - racconta Helander nel post partita – “ Capisco la rabbia dei tifosi. La Lazio è una squadra difficile da affrontare, ma faremo di tutto per aggiudicarci la prossima partita contro il Sassuolo. Non penso che il cambio modulo ci abbia destabilizzati, la squadra ha messo in campo tutto ciò che poteva. Quando si perdono così tante partite è difficile avere quella fiducia necessaria per battere squadre forti come la Lazio. Le motivazioni ci sono, le qualità anche, dobbiamo imparare ad esprimerle. Solo attraverso il duro lavoro e la voglia di riscatto potremo riuscire ad alzarci.

 

Secondo le parole riportate da Marcello Giordano, Blerim Dzemaili colpevolizza tutti, nessuno escluso – “ Siamo tutti in difficoltà, io per primo. Difficile fare bene quando ti manca il gioco. E’ diritto degli spettatori fischiare in queste situazioni, sta a noi tramutare i fischi in applausi. Il pubblico ci ha sostenuto fino alla fine e lo ha sempre fatto. Non è vero che l’atteggiamento della squadra è stato sbagliato. Ci abbiamo provato, poi è vero che non tiriamo mai in porta. A fare la differenza in campo è soprattutto la cattiveria agonistica, di moduli se ne possono provare tanti. Guardiamo in faccia la realtà, abbiamo perso contro Napoli, Milan, Inter e Lazio che sono squadre che hanno qualcosa più di noi; dobbiamo riconoscerlo e fare pure i complimenti agli avversari. Abbiamo pure dovuto fare i conti con infortuni e assenze importanti. Il gruppo è unito, dobbiamo solo tornare a giocare spensierati , come facevamo ad inizio campionato. Ci serve una vittoria per ritrovare la fiducia."