Stampa questa pagina

Amarcord: SASSUOLO-BOLOGNA di tanti anni fa… - 10 mar

Scritto da  Mar 09, 2017

 

 

NELLA PISCINA DEL MAPEI STADIUM IL SASSUOLO SCONFIGGE IL BOLOGNA

La prima volta che le due formazioni si affrontarono nel campionato di Serie A fu il 20 ottobre 2013. Si era all’ottava giornata e purtroppo la gara serviva a designare chi sarebbe stata la formazione che avrebbe occupato l’ultimo posto della classifica.

La squadra rossoblu dominò l’incontro dal primo all'ultimo minuto (61% di possesso palla) ma, al triplice fischio finale dell’arbitro Damato si trovò sconfitta per 2-1. A seguito di questa vittoria il Sassuolo conquistava la sua prima storica vittoria in serie A vincendo il derby emiliano che consentiva alla matricola nero-verde di abbandonare l'ultimo posto in classifica che passava al Bologna. I rossoblù rimediavano la quinta sconfitta. Brutto regalo di compleanno per l'allenatore rossoblu Pioli che compiva quarantotto anni.

Nella piscina del Mapei Stadium, sotto al diluvio universale, il Sassuolo partiva guardingo,mentre il Bologna provava subito ad affacciarsi sui sedici metri avversari e Diamanti aveva una buona occasione su punizione, la sua specialità, per portare avanti i rossoblù ma il tiro finiva alto.

Al 12’, alla prima sortita offensiva, il Sassuolo passava in vantaggio: Berardi vinceva un contrasto con Natali, entrava in area dove veniva affrontato da Mantovani, secondo l’arbitro in maniera irregolare. Rigore. Lo stesso Berardi lo trasformava spiazzando Curci. Il Bologna cercava di reagire ma, solo dopo sei minuti, il Sassuolo raddoppiava. Floro Flores sfruttando un corto retropassaggio di Laxalt s'involava e dai venti metri scaricava un destro rasoterra che trovava la deviazione di Krhin per mettere fuori causa Curci, sorpreso e in ritardo sul tentativo di parata. La palla finiva nell'angolino. Il Bologna, con il coraggio della disperazione, si lanciava in area avversaria; davanti a Pegolo le azioni si susseguivano, si giocava a una porta sola.

Al 34’ su un lancio di Diamanti nasceva una mischia nella quale Rossini, tentando di anticipare Natali, strattonava l'avversario toccando il pallone con un braccio. Damato assegnava il penalty al Bologna che Diamanti realizzava con una botta all'incrocio dei pali. Prima della fine del tempo i rossoblu si facevano ancora pericolosi con conclusioni di Natali, alto di testa; di Cristaldo, deviata dall'attento Pegolo, e del solito Diamanti, palla fuori di poco.

In avvio di ripresa il Bologna, sotto ad una pioggia torrenziale ed un campo diventato pesantissimo, sfiorava subito il pareggio con Kone che saltava netto Longhi ma poi allargava troppo il sinistro a giro che scheggiava il palo. Le due squadre faticavano a mantenere l'equilibrio e gli equilibri. Il Sassuolo in contropiede bruciava due occasioni con Laribi e Floro Flores che consentivano a Curci, bravo a chiudere la porta, di riscattarsi. La partita continuava a svilupparla il Bologna, ma Pegolo sembrava insuperabile. Il terreno diventava impossibile, eppure il Bologna costruiva grandi occasioni per centrare almeno il pareggio. Al 71' Acquafresca di testa deviava verso l'angolino, l'acqua frenava il suo tiro e Pegolo ci arrivava. Al 73' Cech, solo davanti a Pegolo, esitava consentendo ad Antei di liberare a portiere battuto. 74', Diamanti effettuava un tiro cross, colpo di reni di Pegolo,e palla in angolo.

89' Cristaldo si trovava la palla buona all’altezza del dischetto del rigore ma si faceva rimontare in angolo. 93' Ancora Cristaldo in girata dal vertice alto dell'area mandava la palla sopra l'incrocio. All’ultimo assalto, Bianchi aveva la palla buona, a un metro dal bersaglio, su cross telecomandato di Diamanti, ma falliva la deviazione, girando di testa sul fondo.

Lamberto Bertozzi

 

Il tabellino dell'incontro:

SASSUOLO-BOLOGNA 2-1

Reti: 12’ (rig.) Berardi, 17’ Floro Flores, 34’ (rig.) Diamanti.

SASSUOLO: Pegolo, Antei, Bianco, Rossini (46’ Acerbi), Schelotto, Laribi, Marrone, Kurtic, Longhi, Berardi (73’ Missiroli), Floro Flores (64’ Zaza). - All. Di Francesco.

BOLOGNA: Curci, Sorensen (83’ Bianchi), Natali, Mantovani, Crespo (56’ Christodoulopoulos), Kone, Krhin, Laxalt (64’ Acquafresca), Cech, Diamanti, Cristaldo. - All. Pioli.

ARBITRO: Antonio Damato di Barletta.

Note: Minuti di recupero 0'+3'.

 

Didascalie foto:

Foto di apertura: Acquafresca colpisce di testa.

 Foto in basso: Kone contrastato in “piscina”.

 

Ultima modifica il Giovedì, 09 Marzo 2017 21:20