RdC - Sprint finale - 14 mar

Scritto da  Mar 14, 2017

Finalmente. Dopo due mesi di magra, sia dal punto di vista dei punti conquistati, sia considerando le prestazioni, il Bologna torna alla vittoria in quel del Mapei Stadium, agguantando quei 3 punti che mancavano dalla sfida contro il Torino, vinta per 2 a 0 con la doppietta di Dzemaili. E' proprio lo svizzero a rendersi ancora decisivo con l'assist per la sesta rete in campionato di Mattia Destro. Dire che si sia ritrovato o sbloccato definitivamente è dir troppo, ma almeno si è levato dalle spalle qualche centimetro di polvere dovuto alla pioggia di critiche, per certi versi meritate.

D'ora in avanti l'obiettivo sarà quello di migliorarsi, cercando di far meglio dell'anno scorso, quando nelle ultime 10 giornate, come scrive Massimo Vitali sul Carlino odierno, la squadra raccolse appena 6 punti. Negli ultimi match i rossoblu subirono anche umiliazioni importanti, tra cui le sei reti al San Paolo di Napoli e la sconfitta tra le mura amiche contro il Verona. 
Una delle cause di quel declino, fu lo stop di Mattia Destro, che si trovò zavorrato dall'infortunio che lo tenne fuori dai campi fino a fine stagione. Inoltre in rosa c'era un Giaccherini estremamente prudente di non farsi male in vista degli Europei. Inoltre, i petroniani si trovarono ad affrontare Inter, Roma, Napoli e Milan: non squadre qualsiasi. Oggi, in quanto a calendario, la risalita sembra ancor più rigida. Da qui fino a fine stagione ci troveremo davanti Fiorentina, Roma, Atalanta, Milan e Juventus, ovverosia cinque delle prime otto della serie A. Domenica al Dall'Ara arriverà il Chievo, avversario certamente non proibitivo, ma sopra di ben 7 punti. 
Rispetto all'anno scorso forse c'è un Destro in più, sperando che la punta marchigiana si confermi subito contro gli uomini di Maran. 

L'obiettivo ad inizio stagione era fare un punto in più rispetto all'anno passato; quel Bologna ne aveva 36 di punti, 5 in più rispetto ad oggi, ma migliorare si può, lo sprint finale è iniziato. 

Davide Centonze

Appassionato di calcio e soprattutto tifoso rossoblu. Attualmente frequentante il corso di scienze della comunicazione con il sogno di diventare giornalista sportivo.