Stampa questa pagina

L'analisi di Sassuolo-Bologna 0-1 - 14 mar

Scritto da  Mar 14, 2017

Dopo 7 partite il Bologna torna al successo. E' questo il verdetto del campo, dopo il match giocato al Mapei Stadium contro i ragazzi di Di Francesco. Il Bologna torna a casa con l'intera posta in palio, grazie ad un rete di Mattia Destro, che torna al gol e regala i 3 punti ai rossoblu. La partita di Reggio Emilia non verrà di certo ricordata negli annali del calcio: la noia ha preso molte volte il sopravvento e gli errori tecnici si sono succeduti uno dopo l'altro per entrambe le compagini, ma almeno si è visto quell'impegno e quella grinta che molte volte latitava nelle uscite precedenti. Per il Sassuolo è la quarta sconfitta di fila tra le mura amiche e una difficoltà a fare gioco palese, anche per colpa di una forma fisica dei loro giocatori più forti (ad esempio Berardi) molto scarsa.

I neroverdi si sono presentati alla partita col loro classico 4-3-3 con i rientranti Cannavaro e Pellegrini. In avanti il terzetto offensivo era formato da Matri, con al suo fianco Berardi (a destra) e Politano (a sinistra). 

I rossoblu invece sono tornati al classico 4-3-3, dopo il 3-5-2 contro la Lazio, con le novità Helander centrale al posto di Oikonomou, Donsah mezz'ala destra e Di Francesco esterno alto a sinistra. E' proprio quest'ultimo il migliore in campo di questa partita visto che ha saputo tradurre le tante motivazione per la sfida tutta in famiglia contro il padre sulla panchina avversaria, in un'ottima prestazione molto utile per la squadra.

Il primo tempo scorre all'insegna della noia e degli errori degli interpreti in campo. Le uniche azioni pericolose sono degli ospiti con il colpo di testa di Helander respinto da Destro e la buona azione partita tra i piedi proprio di Federico Di Francesco.

L'azione rappresentata è, come vedremo, molto simile alla manovra che ha portato alla rete di Destro. Di Francesco compie il suo solito movimento a tagliare il campo centralmente; i  difensori centrali del Sassuolo in questo caso sono troppo passivi, con Cannavaro che non esce a contrastare la giocata dell'esterno. In mezzo Verdi taglia alle spalle del difensore sopracitato prendendo sul tempo Acerbi, che fatica a seguirlo sulla corsa.

Il pallone nello spazio per Verdi è con i tempi giusto e Simone di prima intenzione mette in mezzo sperando di trovare la deviazione di un compagno. In questo caso però Destro è poco aggressivo sulla palla e non anticipa Peluso ma si mette alle sue spalle, sperando in un pallone lungo di Verdi. Il cross di quest'ultimo però è leggermente arretrato e Peluso con una scivolata scomposta devia il pallone verso la propria porta rischiando l'autorete, trovando però un Consigli pronto alla parata. L'intervento di Peluso è da sottolineare perchè la sfera poteva arrivare anche dietro nell'accorrente Donsah, ma bisogna dire che Destro poteva sicuramente muoversi meglio in area aggredendo il pallone sul primo palo. 

Il primo tempo scorre senza particolari azioni degne di nota: 0 a 0 più che giusto.
La seconda frazione si apre con un Sassuolo arrembante, che prima vede Politano masticare il pallone solo davanti a Mirante, e poi Duncan tirare a lato da una posizione favorevole.

L'azione si sviluppa centralmente con Matri che si libera di Pulgar e serve nello spazio Duncan. Nell'occasione si nota come la retroguardia sia messa molto male, concedendo in una situazione di palla scoperta troppo spazio in verticale. 

Il pallone della punta ex Juve è molto buono, ma grazie anche ad una buona pressione da parte di Helander, che gli chiude lo specchio della porta, Duncan conclude a lato di poco, dopo che la sfera ha attraversato tutto lo specchio della porta, passando anche davanti a Berardi, in ritardo per la deviazione in rete. 

Nel momento migliore del Sassuolo però è il Bologna a passare in vantaggio grazie alla splendida azione orchestrata da Di Francesco al 13° minuto.

L'azione è la fotocopia di quella esposta prima, con la differenza che il taglio interno lo compie Dzemaili e non Verdi. In questo caso però Cannavaro invece che uscire verso Di Francesco, attaccato non a dovere da Gazzola e Aquilani, doveva scappare verso la porta per non farsi sorprendere dall'inserimento di Dzemaili. 

La palla nello spazio è con il contagiri e Dzemaili, coperto in ritardo in scivolata da Acerbi, con estrema freddezza serve al centro dell'area di rigore Mattia Destro. Nell'immagine si può notare come tutta la retroguardia difensiva neroverde si sia fatta trovare fortemente in ritardo sulla giocata dei rossoblu. 

La posizione di Destro è perfettamente regolare perchè dietro alla linea del pallone nel momento in cui Dzemaili lo serve in area. 0 a 1 per il Bologna quindi e gioia incontenibile per Mattia. 

Dopo la rete del vantaggio il Sassuolo si scopre alla ricerca del pareggio, concedendo spazi agli ospiti, che sfortunatamente non chiudono la partita.

Sulla prima grande giocata di Verdi, che supera in dribbling Acerbi sulla destra, si crea una situazione favorevole per il Bologna con Di Francesco in vantaggio su Gazzola e Destro tutto solo in area non coperto al meglio da Duncan. Simone vede solo la soluzione Di Francesco, ma lo serve molto male, con un pallone troppo lungo, su cui l'esterno nato a Pisa non può arrivare. 

Dopo l'occasione appena descritta, si entra nella "zona Bologna", cioè gli ultimi 15 minuti, in cui i petroniani hanno subito la bellezza di 16 reti, più di ogni altra squadra. I rossoblu si abbassano troppo e subiscono l'urto della spinta offensiva di casa. Una reazione neroverde che trova il suo culmine nell'azione che porta alla conclusione di Acerbi.

Il difensore centrale di casa compie un dribbling da punta vera spostandosi il pallone sul destro, non il suo piede preferito. La marcatura di Maietta però è poco attenta: va bene lasciare più spazio al piede debole, privilegiando la marcatura sul lato sinistro, ma Mimmo in questo caso esagera, lasciando ad Acerbi il tempo per concludere liberamente. Il numero 15 lascia partire quindi un tiro a giro indirizzato nell'angolino alla sinistra di Mirante, ma quest'ultimo, con uno splendido colpo di reni, evita il pareggio e l'ennesimo gol subito nei minuti finali. 

Vittoria non tanto convincente dal punto di vista del gioco messo in campo, ma sicuramente molto utile per il morale. Sono arrivati i 3 punti e il gol di Destro. Si spera che entrambe le cose vengano confermate domenica, quando al Dall'Ara arriverà il Chievo. 

(Immagini di Sky)

Davide Centonze

Appassionato di calcio e soprattutto tifoso rossoblu. Attualmente frequentante il corso di scienze della comunicazione con il sogno di diventare giornalista sportivo.