RdC – 9 punti per fare meglio dell’anno scorso - 27 mar

Scritto da  Mar 27, 2017

“Se ci salviamo facendo un punto in più dello scorso anno stappo lo spumante”, disse a inizio dicembre Riccardo Bigon in uno slancio di guidoliniano ottimismo. Mancano tre vittorie e il gioco è fatto. Ebbene, il Bologna sembra essersi messo alle spalle ansia e paure, dopo la sosta potrà concretamente ambire a superare la quota dei 42 punti.

Nelle nove partite che restano da giocare, cinque saranno in trasferta; e questo non aiuta. Aiuta invece constatare come tre delle squadre sul percorso rossoblù in classifica siano saldamente alle spalle del Bologna, ovvero Palermo, Empoli e Pescara. La costante della stagione rossoblù è stata una squadra debole con i forti e forte con i deboli; la quasi totalità dei 34 punti attuali sono stati raccolti con avversari che in classifica ci rincorrevano. Ora, se Donadoni riuscisse a strappare tre vittorie, anche l’obiettivo prefissato ad inizio stagione verrebbe finalmente consolidato.

 

Come ricorda Marcello Giordano, a breve scadrà il prestito biennale dall’Inter di Saphir Taider e scatterà l’obbligo di riscatto da parte del Bologna, fissato a 2 milioni. Per Donadoni è stato a lungo un punto di riferimento costante, tanto da diventare uno dei giocatori più utilizzati dal tecnico, che ha pure contribuito all’evoluzione del centrocampo. Peccato che il giocatore franco-algerino sia tornato a metà gennaio, prima dell’inizio della Coppa d’Africa, con un ginocchio malconcio e un menisco da operare. Taider sta ancora lavorando per ritrovare una condizione fisica ottimale e il ritmo di partita perduto durante lo stop. Rilanciarlo sarà una delle missioni di questo finale di stagione.