RdC – Paura Krafth: “Sono uscito perché non ci vedevo più” – 30 Mar

Scritto da  Mar 30, 2017

Gli occhi hanno iniziato ad incrociarsi sempre di più. Poi ho visto solo buio”. Spiega così la sua notte di paura Emil Krafth, sostituito al 67° minuto dell’amichevole internazionale, vinta in rimonta per 3-2 dalla sua Svezia sul Portogallo, proprio per questo problema alla vista. Come riporta Dario Cervellati nel Resto del Carlino odierno, infatti, questo black out inaspettato ha spaventato tutto lo staff svedese e soprattutto il 22enne rossoblu, a cui non era mai successo nulla di simile. Potrebbe essersi trattato di un’emicrania, ha poi ipotizzato il medico della Nazionale scandinava immediatamente dopo il fischio finale dell gara, quando il terzino destro si era ormai già completamente ripreso dall’episodio. Chissà che questa spiacevole grana fisica non abbia influito sulla prestazione del giovane calciatore del Bologna, fortemente colpevole sul gol del momentaneo vantaggio lusitano firmato da Cristiano Ronaldo e, in generale, apparso molto in difficoltà, seppur si trovasse di fronte al Pallone d’Oro del Real Madrid. Una notte davvero opaca, insomma, per il giovane felsineo, che però ha potuto festeggiare il prestigioso successo dei compagni.

Il laterale difensivo è rientrato a Bologna ieri sera e nelle prossime ore sarà valutato dai dottori emiliani. L’obiettivo è quello di tornare subito in pista; già domenica, in programma, c’è l’incontro con la Fiorentina.

Ultima modifica il Giovedì, 30 Marzo 2017 11:07
Francesco Livorti

Studente universitario di economia a Ferrara, appassionato di giornalismo, in particolar modo di tutto ciò che riguarda il mondo del Bologna FC. Una pagina della sua anima è dedicata a Basket City; grazie a 1000 Cuori Rossoblu.