RdC - Solo panchina per i Corvino's boys? - 1 apr

Scritto da  Apr 01, 2017

Tutti ricordiamo l'estate del 2015 e il suo mercato dove, dopo una sudatissima promozione, l'allora Ds Corvino mise in atto una vera e propria rivoluzione all'interno dell'organico rossoblù: da allora diversi giocatori arrivati in rosa (come poi nella successiva sessione invernale) e voluti dal Direttore sportivo salentino hanno lasciato la società. Partiti Giaccherini (non rinnovato) e Diawarà per Napoli, non confermati Constant, Zuniga, Brighi, venduto Floccari alla Spal e Brienza al Bari,sono stati mandati in prestito diversi giocatori che non avrebbero trovato spazio in squadra come  Crisetig e Falco. Di quella nidiata di giocatori sono rimasti in pochi e ancora meno scenderanno in campo: Mirante e Gastaldello, che saranno in formazione contro la Fiorentina, sono gli unici (insieme a Pulgar che però è squalificato, scrive nel suo articolo odierno Marcello Giordano), che scenderanno in campo sul terreno del Franchi. Tutti gli altri andranno in panchina o in tribuna: Krafth, Da Costa, Mbaye (che pur bene sta facendo in queste ultime apparizioni), si accomoderanno, probabilmente, a fianco di Donadoni, mentre Rizzo, infortunato, andrà in tribuna. Ma non vanno dimenticati anche Donsah e Taider: il primo non ha convinto nelle seppur poche apparizioni, mentre il secondo fuori da diversi mesi per recuperare da un infortunio patito prima di partire per la Coppa d'Africa. Entrambi, ma soprattutto Godfred, potrebbero trovare spazio domenica contro la Viola, a fianco di Dzemaili: ma se il Mister proponesse, a fianco allo svizzero (inamovibile per distacco), Viviani in cabina di regia e Nagy come mezzala, ancora una volta il tecnico bergamasco darebbe un chiaro segnale sul suo orientamento e preferenza fra il mercato dell'ex Ds, ora alla Fiorentina, e quello dell'attuale, Riccardo Bigon.

Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"