Amarcord: PALERMO-BOLOGNA di tanti anni fa… - 13 apr

Scritto da  Apr 12, 2017

UNA RETE DI GASPERI SCONFIGGE IL PALERMO

Il 25 novembre 1934, allo Stadio del Littorio di Palermo (ora Renzo Barbera) il Bologna, fresco vincitore della Coppa Media d'Europa, scese in Sicilia con un rullino non proprio edificante: nelle prime sei partite di campionato aveva ottenuto solo una vittoria , un pareggio e ben quattro sconfitte. I tifosi petroniani erano in piena ebollizione cominciando a contestare l'allenatore ungherese Lajos Nemes Kovács. Serviva quindi una svolta e il Bologna l'andava a cercare proprio sull'isola.

Subito la partita si annunciava dura e fallosa ma l'arbitro, Gialma Bevilacqua di Viareggio, fischiava tutto riuscendo quindi a tenerla in pugno. L'inizio era tutto rosanero e mentre tutti si aspettano che da un momento all'altro i padroni di casa passassero in vantaggio il Bologna andava in rete. Il terzino Gasperi, schierato nell'inedito ruolo di ala sinistra, sfruttava una parata difettosa di Provera, su un colpo di testa effettuato da Fedullo, depositando nella rete sguarnita il pallone. Eravamo al sedicesimo minuto ed il Bologna era passato in vantaggio, vantaggio che grazie alla sua solida difesa terrà sino al termine della contesa.

Il Palermo incitato a gran voce dai suoi tifosi si lanciava prontamente all'attacco senza però riuscire ad effettuare tiri verso la porta difesa Gianni. Per contro era il rossoblu Spivach, in un veloce contropiede, a sbagliare per ben due volte la rete del raddoppio. Prima della fine del primo tempo si assistette ad un tiro da lontano di Fedullo (28'), e dieci minuti dopo Borel I tentava una rovesciata a porta sguarnita contrastato da Fiorini e Monzeglio. Il palermitano cadeva a terra ma per l'arbitro non era un fallo da rigore. Lo stesso Borel I, a pochi minuti dal fischio di metà gara sbagliava un facile pallone a solo due metri dalla porta.

La ripresa iniziava con il Bologna tutto schierato in difesa, con il solo Schiavio ad impostare azioni di disturbo. Il Palermo era padrone indiscusso del campo ma purtroppo non riusciva ad organizzare azioni pericolose che potessero sfociare nel pareggio. In quarantacinque minuti i palermitani mettevano in carniere una punizione battuta da Blasevich (66'), ed un tiro di De Manzano (83'). Tiri che non impensierivano più di tanto l'attento ed agile portiere petroniano Mario Gianni. Di contro il Bologna metteva in carniere un ottima discesa e tiro di Schiavio (77') e una cannonata parata in modo fortunoso da Provera ad opera di Spivach (89').

Lamberto Bertozzi

Il tabellino della partita:

PALERMO-BOLOGNA 0-1

Rete: Gasperi 16’.

PALERMO: Provera, Faotto, Ziroli, De Rosalia, Santillo, Blasevich, Castellani, Bonesini, Borel I, De Manzano, Piccaluga. - All. Csapkay.

BOLOGNA: Gianni, Monzeglio, Fiorini, Montesanto, Donati, Corsi, Spivach, Sansone, Schiavio, Fedullo, Gasperi. - All. Kovacs.

Arbitro: Gialma Bevilacqua di Viareggio.

 

Didascalie foto:

Foto di apertura: Una formazione del Bologna 1934-35: in piedi: Montesanto, Gianni, Maini, Gasperi, Corsi, Aldo Donati; in ginocchio: Reguzzoni, Monzeglio, Schiavio, Sansone, Fedullo.

Foto in basso: Felice Gasperi autore della rete che ha deciso la contesa.