Calciomercato Bfc - Per l'attacco spunta Djordjevic. Anche se Paloschi... - 13 apr

Scritto da  Apr 13, 2017

A Bologna nessuno lo vuole ammettere, ma di fatto la stagione rossoblù è finita già da un pezzo. Le ultime prestazioni felsinee testimoniano come la squadra di Donadoni abbia davvero pochissime motivazioni, a causa di una salvezza già raggiunta da parecchio tempo. La poca cattiveria agonistica dei petroniani è certamente la causa prima di questo periodo avaro di soddisfazioni. Tuttavia il Direttore Sportivo del Bfc, Riccardo Bigon, ha individuato qualche aggiustamento da fare a questa squadra, ricca di tanti giovani interessanti ma anche povera di qualche pezzo pregiato. Blerim Dzemaili lascerà le Due Torri a fine stagione per trasferirsi al Montreal Impact. Tale perdita andrà rimpiazzata ma il Ds rossoblù è già al lavoro per trovare il profilo adatto. I due veri punti deboli di questa rosa però sono la difesa e specialmente l'attacco. Mentre la retroguardia bolognese andrà valutata più avanti, per il reparto avanzato invece c'è già qualche idea. Roberto Donadoni continua a ribadire le scarse alternative a Krejcì e Verdi sulle fasce, ma il vero osservato speciale dalla dirigenza emiliana porta nome e cognome e si chiama Mattia Destro. 8 gol nella passata stagione, 5 nella attuale e un carattere non proprio docile stanno facendo riflettere Bigon sul futuro dell'ex punta romanista nel corso dell'estate. Queste ultime partite saranno molto importanti per Destro per capire se il numero 10 felsineo sarà semplicemente rimandato alla prossima stagione oppure bocciato definitivamente e messo sul mercato. L'ultima soluzione è quella che tutti vorrebbero scongiurare, specialmemte perchè l'attaccante di Ascoli Piceno è stato pagato la bellezza di 12 milioni di euro (non consideriamo i bonus). A prescindere però dalla possibile riconferma (oppure no) di Mattia Destro, Bigon si è già mosso per trovare il centravanti che lo affiancherà o che addirittura avrà il compito di non farlo rimpiangere. Come riportano più fonti, tra cui Il Resto del Carlino e TMW, il responsabile del calciomercato rossoblù ha già sul proprio taccuino due nomi: Filip Djordjevic e Alberto Paloschi. Il primo sarebbe l'obiettivo più gradito viste le sue grandi doti dimostrate ampiamente alla Lazio. Tuttavia i biancocelesti sarebbero maggiormente favorevoli ad un trasferimento a titolo temporaneo. Bigon potrebbe inserire un diritto di riscatto per assicurarsi in futuro le prestazioni del numero 9, ma sono dettagli da discutere più in là. Il ragazzo sta trovando poco spazio, ma qualche rete di troppo in questo finale di stagione potrebbe complicare i piani al club di Saputo. Diciamo che la prima chiacchierata tra Tare e Bigon è stata positiva. Paloschi rappresenterebbe un'ottima alternativa a Djordjevic. L'ex Milan aveva un accordo con i felsinei già quattro mesi fa, ma saltò tutto per la paura del ragazzo di una possibile concorrenza con Destro. Ora i tempi sono diversi e l'Atalanta ha necessità di cederlo, visto che l'esplosione di Petagna ha relegato Paloschi alla panchina. Il prezzo di cessione però non potrà avvicinarsi minimamente a quei 7,5 milioni versati dai bergamaschi. E questo non può che essere un punto a favore dei rossoblù. I 32 gol segnati da Alberto in due anni con le maglie di Chievo e Swansea rappresentano una certezza per la dirigenza emiliana, ma l'ingaggio da 1 milione complica lievemente le cose. Meglio invece la soluzione low-cost Djordjevic, specialmente per il rapporto prezzo-qualità. Insomma, sia Djordjevic che Paloschi sono due soluzioni che potrebbero porre fine al problema gol in casa Bologna. Entrambi inoltre hanno il pregio di saper giocare come uniche punte o affiancate ad un altro centravanti. Riconferma di Destro oppure no, Bigon ha già sondato queste due ottime piste, in modo da rimanere un passo avanti alle altre concorrenti. Il mercato però inizierà a tutti gli effetti a giugno, dove gli scenari potrebbero essere ancora cambiati. E il mercato non dorme mai...

Fonte immagine di copertina: Agentianonimi.com

Davide Mariani

Tifo Bologna, amo il calcio, il tennis ma anche la musica!