#AtalantaBFC: nella mente dei mister - 22 apr

Scritto da  Apr 22, 2017

Si gioca oggi alle ore 18 allo stadio "Atleti Azzurri" Atalanta-Bologna. Una sfida proibitiva quella che andranno a giocare i rossoblu, vista la forma dei ragazzi di Gasperini che in questa stagione stanno impressionando tutti. Ad inizio annata sicuramente non ci si poteva aspettare un campionato del genere da parte dei bergamaschi, ma grazie all'ottimo lavoro del mister piemontese, e alla qualità dei suoi giocatori, si stanno giocando l'Europa League, con buone possibilità di terminare l'annata con la qualificazione europea. 

La formazione di Gasperini arriva da due pari consecutivi contro Sassuolo (in casa) e Roma (fuori). Dopo il mezzo passo falso contro gli emiliani, in cui hanno subito l'unico gol casalingo del 2017, si sono riscattati nella capitale, raggiungendo un pari che ha portato in dote ancora più consapevolezza ai nerazzuri. 

Contro il Bologna l'unico indisponibile sarà Zukanovic, quindi formazione tipo per i bergamaschi con questi probabili interpreti:

Berisha; Masiello, Caldara, Toloi; Conti, Kessié, Fleuler, Spinazzola; Kurtic, Gomez; Petagna. 

Il modulo adottato è un 3-4-2-1, utile a dare ampiezza in mezzo al campo e fraseggi tra le linee, soprattutto con i due trequartisti Kurtic e Gomez, che sfruttano lo spazio tra centrocampo e difesa avversaria per scardinare le retroguardie. 
Oltre i tre difensori, utili anche nel primo sviluppo, i giocatori fondamentali sono i due esterni di centrocampo Conti e Spinazzola. I due sono impeccabili sia in fase di attacco, che in quella di interdizione e di contenimento. Conti, già a segno per 5 volte in questa stagione, è bravissimo a inserirsi alle spalle del terzino avversario di riferimento, compiendo un movimento a mezzaluna molto difficile da leggere per le difese avversarie.
In mezzo una menzione va sicuramente fatta per il poco citato Freuler, che detta i tempi di gioco e si fa trovare sempre puntuale nel momento in cui c'è da inserirsi. Un altro uomo che compie un lavoro silenzioso, ma utilissimo, è Jasmin Kurtic. Lo sloveno è il vero collante di questa squadra, sia in fase difensiva che in quella d'attacco. 
Il fuoriclasse è senza dubbi Alejandro Gomez. "El papu" è il giocatore con più qualità nella rosa di Gasperini, che gli ha tolto molti compiti difensivi, lasciandolo più avanzato rispetto alle stagioni passate con altri allenatori. Il risultato è strabiliante, ed è un vero record per lui: 14 gol.
Più avanti troviamo il giovane Andrea Petagna, che ha scalzato fin da subito quello che doveva essere il titolare di questa squadra, cioè Paloschi. Petagna è una prima punta che lavora moltissimo per la squadra, guadagnando falli preziosi quando c'è da respirare, e facendo girare la squadra quando c'è da manovrare velocemente. E' il secondo centravanti per numero di assist (6), dopo il fuoriclasse dell'Inter Icardi (8). Certamente Petagna ha avuto una crescita esponenziale in questa stagione, anche se dal punto di vista realizzativo deve crescere ancora molto, visto che per ora sono solo 5 i gol segnati da Andrea.

Il Bologna, dopo un settimana difficile dal punto di vista degli infortuni, visto che si sono fermate due colonne di questa squadra come Mirante e Verdi, si presenterà a Bergamo con questa probabile formazione:

Da Costa; Torosidis, Gastaldello, Maietta, Masina; Taider, Viviani, Dzemaili; Di Francesco, Destro, Krejci. 

Il modulo potrebbe essere sia un 4-3-3, che un 4-2-3-1. In quest'ultimo caso Dzemaili avanzerebbe la sua posizione posizionandosi dietro a Destro, sulla trequarti. 
I ballottaggi riguardano il ruolo di terzino destro, in cui Donadoni potrebbe dare anche una chance a Mbaye, e in mezzo al campo, in cui Taider e Donsah si giocano il posto al fianco di Viviani (Pulgar è squalificato) e Dzemaili. 
In avanti invece dovrebbe tornare al suo posto Mattia Destro, dopo i 90' minuti in panchina contro il Palermo. 

Come detto in precedenza, i pericoli maggiori arrivano da Gomez, dagli inserimenti di Kurtic e soprattutto dalle ali. In questo caso non si può che citare Masina, che in questa stagione ha sofferto molto i giocatori che si muovevano alle sue spalle alla ricerca della profondità. Si spera che Adam compia bene le diagonali difensive, per ostacolare le avanzate di Conti.

Per offendere la squadra di Gasperini ci si potrà affidare all'1 contro 1 di Di Francesco e alla velocità di Krejci, che potrebbero mettere in difficoltà i non rapidissimi centrali atalantini.

Ci sarà da soffrire, servirà un Bologna intenso e concentrato per portare a casa almeno una prestazione degna di nota. 

Davide Centonze

Appassionato di calcio e soprattutto tifoso rossoblu. Attualmente frequentante il corso di scienze della comunicazione con il sogno di diventare giornalista sportivo.