STADIO: Il ritorno di Verdi, il futuro di Viviani, la carica dei ventimila - 28 apr

Scritto da  Apr 28, 2017

 

 

Una sola pagina, quella che "Il Corriere dello Sport - STADIO" dedica quest'oggi al Bologna, ma densa di contenuti: si va dalla carica dei 20.000 del Dall'Ara, che tenteranno di spingere i rossoblu alla vittoria nel prossimo turno di campionato, al ritorno di Simone Verdi fino al futuro di Federico Viviani, che in pratica in cinque gare - quelle che mancano alla fine della Serie A 2016/2017 - si gioca la permanenza sotto le Due Torri. 

La carica dei ventimila

La sconfitta contro l'Atalanta di domenica scorsa, la "bella sconfitta" come la definisce Furio Zara, ha avuto il pregio di riavvicinare i tifosi alla squadra. Non era scontato, visto che una serie di prestazioni abuliche in questo 2017 anche tra le mura amiche aveva gettato nello sconforto buona parte della tifoseria bolognese. Tutto è cambiato, e domenica prossima saranno oltre ventimila i presenti per la sfida contro l'Udinese, ventimila cuori rossoblu che chiederanno alla squadra una prestazione non anonima, magari vincente, che dia un senso a questo finale di stagione. In casa la vittoria manca da oltre un mese, dal 19 marzo quando il Bologna superò il Chievo con un finale roboante. Si tratta di una delle uniche due vittorie casalinghe in questo 2017 - l'altra con il Torino - in cui al Dall'Ara si sono visti anche tonfi clamorosi come contro il Napoli, la sconfitta contro il Milan in undici contro nove, quella contro l'Inter di Gabigol (unico gol del presunto asso brasiliano) e le altrettanto dure lezioni impartite da Roma e Lazio. La tendenza, ricorda Zara, può essere invertita in questo finale di stagione: oltre ad affrontare la Juventus nell'ultima gara, con i bianconeri che potrebbero essere mentalmente a Cardiff per la finale di Champions League, arriveranno Pescara e appunto Udinese, due squadre prive di stimoli. Quelli che invece dovrà trovare il Bologna per regalare ai suoi numerosi tifosi un finale degno di nota.

Torna la coppia Verdi-Destro

Contro l'Udinese Donadoni potrebbe ritrovarsi tra i disponibili Simone Verdi, che sembra smaltire l'acciacco che ancora lo tormenta dalla partita contro la Roma, uno 0-3 casalingo dimenticabile che lo vide uscire all'intervallo per infortunio. Quella contro i giallorossi è stata l'ultima partita giocata insieme da Verdi e Mattia Destro, che domenica scorsa è tornato al gol assistito da un Di Francesco in gran forma che però contro i friulani sarà assente, mentre per ritrovare l'ultimo gol di Verdi bisogna risalire fino al 19 marzo, vittoria contro il Chievo. In quella gara Destro aveva toccato il fondo, unico a non festeggiare una vittoria importante in cui era stato l'assente principale nel tabellino marcatori. E sempre a proposito di gol, assenti Dzemaili squalificato e Di Francesco infortunato toccherà proprio a Verdi e Destro lanciare la carica del gol, sempre ammesso che l'ex-Milan scenda in campo dal primo minuto. La possibilità è concreta, con Krejci che comporrà il tridente insieme ai due alla ricerca di reti ed emozioni di cui il tifo rossoblu è giustamente affamato.

Viviani, il futuro in cinque gare e in cinque milioni (trattabili)

Giorgio Burreddu infine ci parla del futuro di Federico Viviani, ex-talento della Primavera della Roma arrivato la scorsa estate a Bologna in prestito dal Verona. Un prestito che prevedeva un riscatto oneroso, sui cinque milioni, un riscatto che ancora non è chiaro se sarà esercitato e a che cifre. Viviani è stato protagonista di una stagione in chiaro-scuro, mostrando buone geometrie e una notevole bravura sui calci piazzati ma anche mancando in personalità e continuità, e queste ultime cinque gare sono quelle che gli rimangono per convincere la dirigenza rossoblu a trattenerlo. L'intenzione della società sarebbe quella di provarci, ma trattando sulla cifra con il Verona: cinque milioni sono davvero tanti per un talento ancora non esploso, e adesso la palla passa a lui, che ha cinque partite per convincere Bigon e Saputo a provare a trattenerlo.

foto: ilrestodelcarlino.it/La Presse

Ultima modifica il Venerdì, 28 Aprile 2017 10:48
Simone Cola

Scrive per 1000 Cuori Rossoblu dal 2013, è anche autore del blog "L'Uomo nel Pallone" in cui scrive di storie dei calcio