Rdc – Verdi: il punto fermo del Bologna – 11 Mag

Scritto da  Mag 11, 2017

Sicuramente in pochi si aspettavano un’esplosione del genere da parte di Simone Verdi che, come riporta Massimo Vitali sul Resto del Carlino di oggi, ha incantato e illuminato una stagione del Bologna spesso fatta più di scuri che di chiari. Sono 7 i gol realizzati in campionato dal fantasista col numero nove, portato sotto le Due Torri da Riccardo Bigon, che lo ha pagato 1,5 milioni al Milan (che comunque ha mantenuto il diritto ad incassare un 20% sull’eventuale cessione del giocatore), e sicuramente non vuole fermarsi qui e desidera migliorare ancora, preferibilmente con addosso la maglia a strisce rossoblu.

Sì perché tra qualche tempo inizierà il mercato estivo, e l’ex giocatore del Carpi è, attualmente, il gioiello più prezioso presente a Casteldebole, e non sono poche le squadre che hanno messo gli occhi su di lui. La volontà di Simone è nota: vuole restare a Bologna (infatti firmerà il prolungamento di contratto fino al 2021) perché è una città in cui si trova bene e, soprattutto, è la piazza che lo ha fatto definitivamente sbocciare, rendendolo protagonista anche in chiave nazionale. Sì perché la prossima estate ci saranno i mondiali in Russia, e Verdi è convinto che non ci sia luogo migliore di Bologna per riuscire a strappare una convocazione al ct Ventura. A questo punto la palla passa al Bologna: il mercato è sempre un terreno minato e, molto probabilmente, la prossima sessione dei rossoblu sarà improntata all’autofinanziamento, quindi servirà qualche cessione per poter fare operazioni in entrata. La volontà a Casteldebole comunque sembra essere molto chiara: tra le possibili cessioni che potranno esserci in estate, il nome di Simone Verdi non compare in questo elenco, dato che i dirigenti felsinei in primis, sanno che è proprio sul numero nove che bisognerà costruire il futuro.

 

Inoltre c’è anche una questione legata al buonsenso: dopo la partenza di Dzemaili, che ha comunque fatto discutere, e la cessione l’estate scorsa di Diawara, sarebbe una mossa suicida liberarsi anche quest’anno di uno dei migliori giocatori della rosa. Ci sono quindi tantissime ragioni che sembrano rendere sicura la permanenza di Verdi sotto le Due Torri, sia da parte del giocatore, sia, chiaramente, da parte della società, che comunque dovrà rimanere vigile in questi mesi estivi, dato che il calciomercato, come sappiamo bene, è denso di insidie che si nascondono dietro ogni angolo.

Roberto Rossi

Oltre ad essere tifoso del Bologna F.C è anche un grande appassionato di musica e basket, sia italiano che estero. E' anche uno dei registi della trasmissione radiofonica "Al Ritmo del Goal"