RdC - A Milano prove tecniche di modulo futuro - 20 mag

Scritto da  Mag 20, 2017

Prove tecniche di trasmissione per il futuro: Donadoni ha "l'idea meravigliosa in testa" di perseguire sulla strada del modulo 4 2 3 1, che è già stato sperimentato contro l'Atalanta, nell'ultima parte della partita contro l'Empoli e nel match contro il Pescara: in mediana Donsah e Taider (con il subentrante Pulgar nel secondo tempo) a fare da frangi flutti davanti alla difesa e il trio Di Francesco, Verdi (nella foto di apertura e che si è scambiato il ruolo con Pektovic contro la squadra toscana) e Krejici dietro al bomber Destro, che nelle ultime 5 gare (forse anche per merito di questo cambio di modulo) ha messo la palla nel sacco per ben 4 volte. A Milano si potrebbe bissare, scrive nel suo articolo odierno Marcello Giordano, dando continuità a questo esperimento che rende maggiormente imprevedibile la squadra felsinea e che fornisce maggior supporto alla punta ascolana, ex Roma e Milan, con i benefici che abbiamo visto, soprattutto nelle partite casalinghe. Questo virare su un modulo che permetterebbe di schierare in campo tanta qualità a supporto dell'attacco, potrebbe avere una ricaduta concreta anche sull'imminente mercato estivo: il Bologna, che ha già in casa Verdi e Pektovic (ma in tanti vedono in quel ruolo anche il giovane Di Francesco) potrebbe cercare un nuovo trequartista, lasciando quindi Verdi e il figlio del Mister del Sassuolo sugli esterni, ma anche sondare il mercato degli esterni, per avere più frecce al proprio arco per la prossima stagione. Per questo il nome di Cerci (esterno e seconda punta) rimane caldo, in attesa che l'ex pupillo di Ventura si svincoli dall'Atletico Madrid, ma anche quello di Ahmad Benali (trequartista pescarese, con a referto in questa stagione 6 goal e 2 assist) e di Gerson, in organico alla Roma, centrocampista di qualità, possibile scambio con il rientrante Sadiq che ha poco inciso nella sua prima (e forse ultima) stagione rossoblù. Il budget stanziato sarà quello in linea con le direttive della società: ma se la partita dei diritti televisivi si risolvesse con una più equa distribuzione delle risorse finanziarie, Patron Saputo ha dichiarato che gran parte della nuova liquidità entrante sarebbe dirottata verso il mercato. E questo, come direbbe Rovazzi, renderebbe la prossima stagione "tutta molto interessante".

Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"