Amarcord: BOLOGNA-JUVENTUS di tanti anni fa… - 25 mag

Scritto da  Mag 22, 2017

PUNTEGGIO D'ALTRI TEMPI

Il 6 novembre 1988 allo stadio Renato Dall'Ara di Bologna, in occasione della quinta giornata di campionato, i padroni di casa del Bologna incontrarono la formazione bianconera della Juventus. La Juventus, allenata da Dino Zoff, era imbattuta, reduce da una vittoria e tre pareggi consecutivi; per contro i rossoblu di Maifredi, dopo aver vinto a Pisa, alla prima di campionato, erano reduci da tre sconfitte consecutive.

Gli oltre ventiseimila spettatori accorsi allo stadio mai avrebbero creduto di assistere ad una partita di altri tempi.

Dopo il classico periodo di studio tra le due squadre la partita iniziava ad entrare in clima gara. Al 15' Barros sfruttando un assist stupendo di Altobelli, con pallonetto delizioso, apriva le marcature. Passava solo un minuto e gli ospiti reclamavano un rigore inesistente su Marocchi per fallo del portiere Cusin in area. L'arbitro Magni non concedeva la massima punizione e fischiava una punizione fuori dai sedici metri. Al 22' Maifredi operava un cambio che sbilanciava pericolosamente la sua formazione: in campo Lorenzo, una punta, fuori De Marchi, un difensore. Questa manovra spingeva il Bologna alla ricerca del pareggio: al 31' Tacconi era chiamato a salvare la sua porta prima su Bonini e poi su Monza. I rossoblu favoriti dalle ispirazioni di Pecci e di Poli mettevano alla frusta la Juventus. Si creavano situazioni critiche in area bianconera senza però scaturire nell'esito cercato: la rete. Finita la sfuriata d'attacco del Bologna, la Juventus riprendeva le redini dell'incontro proponendosi in contropiede. Prima un affondo di Marocchi (37') non aveva buona sorte, in quanto Barros arrivava in ritardo poi, al 42' la seconda rete degli ospiti. Faceva tutto Zavarov, che si esprimeva su alti toni qualitativi prima che Altobelli ne raccogliesse, di testa, il perfetto cross e spedisse la palla alle spalle di Cusin. La fine del primo tempo si chiudeva con la Juventus in vantaggio per 2 reti a 0.

Durante l'intervallo seconda sostituzione nel Bologna: al posto di Stringara entrava Alessio. Bologna ancora più sbilanciato in attacco per cercare una difficile rimonta.

Alla ripresa del gioco, dopo solo sette minuti arrivava il terzo gol bianconero. Il portoghese Rui Barros dopo una scambio a metà campo si involava sulla fascia e, appena entrato in area concludeva l'azione con un pallonetto che, prima finiva sul palo, per poi carambolare contro il corpo di Demol e terminare la sua corsa in fondo alla rete. Al 63' Tricella atterrava Marronaro in area con conseguente calcio di rigore fischiato dall'arbitro Magni. Sul dischetto si presentava lo stesso Marronaro e Tacconi prontamente lanciatosi in tuffo, con una prodezza, deviava il tiro dell'ala rossoblu salvando il risultato. Toccava a Poli, tre minuti dopo, a riaprire la contesa trasformando un comodo passaggio di Pecci con un bel tocco di giustezza nella rete del 1-3. Passavano nove minuti e Zavarov, su punizione, serviva Laudrup solo davanti a Cusin: una carezza alla sfera da parte del danese ed il 4 a 1 era confezionato.

A questo punto nessuno avrebbe scommesso una lira su una possibile rimonta del Bologna. Nessuno avrebbe mai pensato che la difesa juventina avrebbe potuto vivere un momento difficile. Galia, Tricella e De Agostini si trovarono disorientati dagli spostamenti dei rossoblu, che giocavano con due centrocampisti e quattro punte. Era Alessio, un ex, a fruire della leggerezza goliardica degli juventini con una coppia di reti. All'81', dopo una splendida discesa, Poli effettuava un cross verso il centro dell'area bianconera. Lorenzo effettuava un velo a favore di Alessio che, ricevuta la sfera, la spediva con un forte diagonale in fondo alla rete difesa da Tacconi. Bologna-Juventus 2-4. A due minuti dal termine ennesima discesa di Fabio Poli che serviva Alessio, al limite dell'area, il quale non si faceva scrupolo a battere l'ex compagno. Mentre l'arbitro si apprestava a fischiare la fine della gara era Renato Villa che, con un'improbabile acrobazia, cercava di raggiungere, non riuscendovi, il pareggio.

 Lamberto Bertozzi

 Il tabellino della partita:

BOLOGNA-JUVENTUS 3-4

Reti: 15’ Rui Barros, 42’ Altobelli, 52’ (aut.) Demol, 66’ Poli, 75’ Laudrup, 81’ Alessio, 88’ Alessio.

BOLOGNA: Cusin, Luppi, Villa R., Demol, De Marchi (22’ Lorenzo), Monza M., Poli, Stringara (46’ Alessio), Marronaro, Pecci, Bonini. - All. Maifredi.

JUVENTUS: Tacconi, Favero, De Agostini, Galia, Brio, Tricella, Marocchi, Rui Barros (83’ Magrin), Altobelli, Zavarov, Laudrup. - All. Zoff.

Arbitro: Magni Pier Luigi di Bergamo.

 

 Didascalie foto:

Foto di apertura: La rosa del Bologna edizione 1988-89. In alto da sinistra: Alessio, Luppi, Lorenzo, Bolpagni, Cusin, Sorrentino, Giannelli, De Marchi, Demol; al centro da sinistra: Aaltonen, Bonini, Villa, Pecci, Stringara, Rubio, Marronaro; in basso da sinistra: Neri, Bonetti, Poli, Monza.

 

Foto in basso: Fabio Poli, uomo assist dei rossoblu.