Calciomercato Bfc - Si stringe per Poli. E sulla trequarti arriva... - 20 giu

Scritto da  Giu 20, 2017

Sembrerebbe proprio che Bigon stia ricostruendo il Bologna da cima a fondo, secondo i promossi e i bocciati stilati da Donadoni rispetto alla stagione appena conclusa. Ebbene, il reparto da rinforzare per primo è la difesa, punto fisso del 2015/16 e invece punto debole in questo 2017. Per questo motivo il Ds felsineo si è munito di due nuovi centrali molto competitivi. Giancarlo Gonzalez e Sebastien De Maio rimpiazzeranno verosimilmente Gastaldello e Maietta, destinati a sedere in panchina, con un Filip Helander invece che scalpita per conquistare la maglia da titolare. Per il costaricano del Palermo ci saranno da attendere i tempi del closing rosanero, mentre l'ufficialità del belga potrebbe arrivare persino entro la fine di questa settimana. La cessione di Gonzalez porterà 1,8 milioni nelle casse del Palermo e il ragazzo percepirà 600mila euro a stagione per quattro anni. L'Anderlecht invece ha fatto uno sconticino per De Maio, accontentandosi dei 2 milioni offerti dal Bologna. L'ex Genoa si trasferisce sotto le Due Torri attraverso un prestito con obbligo di riscatto e firmerà un quadriennale a 700mila euro. Con soli 4 milioni il Bologna si è portato a casa un pacchetto di centrali niente male. Nessuno spazio invece per Marios Oikonomou e Alex Ferrari. Proprio per quest'ultimo è stato rinnovato il prestito con l'Hellas Verona, con inserimento del diritto riscatto fissato a cifre alte. Il greco arrivato a Bologna con Filippo Fusco è invece oggetto dei desideri della neopromossa Spal, interessata oltre a lui anche a Heurtaux dell'Udinese. Con il centro difesa rinforzato, resta da sistemare il discorso terzini. Per ora non c'è necessità di acquistare alcun giocatore: evidentemente Donadoni si fida del proprio pacchetto di esterni bassi. Tuttavia, in caso di cessione di Adam Masina (su di lui Fiorentina in pole e tanti altri club), si riaprirebbe ogni discorso.
Capitolo centrocampo. Mancano ancora pochi giorni per poter esercitare il diritto di riscatto con l'Hellas Verona per Federico Viviani. I 5 milioni di euro richiesti dai gialloblù appaiono eccessivi. È estremamente probabile che giovedì, ultimo giorno per trattenerlo a Bologna, Bigon non eserciti il proprio diritto. Perso Viviani, con Dzemaili in Canada e un Donsah con le valigie in mano (su di lui è forte il Torino), la squadra felsinea si ritrova con pochi giocatori in mezzo al campo. Le idee rimangono sempre le stesse. Filip Bradaric era ad un passo, ma le ultime dichiarazioni del ragazzo hanno spiazzato la dirigenza emiliana che in queste ore sta riflettendo se proseguire la trattativa oppure abbandonarla. Josè Mauri e Ascacibar sono considerati più delle alternative che dei veri e propri titolari del Bologna che verrà. Per questo motivo tutti gli sforzi si sono concentrati su Andrea Poli. Senza mezzi termini possiamo assicurare che il ragazzo ha una voglia estrema di misurarsi nella piazza bolognese e il contratto offerto dal Bfc (quadriennale a 700mila euro) potrebbe bastargli. Se l'intesa con il giocatore non è un problema, rimane da trovare un accordo con il Milan. I rossoneri non sono clementi né come Poli né come l'Anderlecht. La nuova proprietà cinese chiedeva 3 milioni, ma poi è scesa a 2,5. I bolognesi ne offrono 2, ma il Milan non si smuoverà dalla propria richiesta e sarà necessario che la società di Saputo faccia un passo in avanti. La distanza non è elevata, ma la poca flessibilità del Milan potrebbe complicare tutto. Ad ogni modo l'affare è vicino alla chiusura. Tuttavia se con l'Anderlecht ci è voluto poco per arrivare alla fumata bianca, con i rossoneri ci vorrà un po' più di tempo. La volontà del giocatore potrebbe essere decisiva da questo punto di vista.
Se per la difesa rossoblù sono state fatte operazioni importanti e per il centrocampo c'è in ballo una trattativa caldissima, un po' diverso è il discorso per l'attacco. Le idee sono tantissime, ma viene data la precedenza agli altri reparti. I vari Destro, Di Francesco, Verdi e Krejcí sono i punti fissi da cui ripartire per la prossima stagione e verrà fatto il grande colpo solo più in avanti e solo se necessario. Nella giornata di ieri è stata fatta una timida offerta di 2 milioni per Ilicic della Fiorentina. La risposta dei Viola è stata ahimè negativa: Corvino ne chiede almeno 8. Oggi sono stati invece avviati i contatti con la Roma per Gerson, obiettivo petroniani già a gennaio. Il colpo importante però, per quanto possa sembrare minore, è stato piazzato da Bigon nella notte. Secondo Sky Sport, i rossoblù avrebbero raggiunto l'intesa con il trequartista Cesar Falletti. L'ex numero 10 della Ternana è un concentrato di velocità, aggressività ed estro e nelle prossime ore verrà ufficializzato il suo acquisto.
Niente male per Roberto Donadoni: questo calciomercato del Bfc è iniziato proprio con il piglio giusto!

Fonte immagine di copertina. Pianetamilan.it

Davide Mariani

Tifo Bologna, amo il calcio, il tennis ma anche la musica!