Calciomercato Bfc - È rivoluzione: cinque giocatori in uscita - 23 giu

Scritto da  Giu 23, 2017

Il calciomercato del Bologna sta prendendo sempre di più i connotati di una vera e propria rivoluzione. Le parole minacciose di Donadoni di fine campionato che promettevano tanti cambiamenti stanno diventando sempre di più realtà. De Maio e Gonzalez hanno di fatto sistemato il reparto arretrato che ora si fa più affollato. E quali sono gli indiziati numero uno a lasciare Bologna? Marios Oikonomou e Daniele Gastaldello. Il rapporto tra Bologna e il greco non è mai sbocciato veramente e per lui si aprono le porte di un trasferimento, possibilmente a titolo definitivo. La Spal ha trovato l'intesa con il Bfc, ma anche l'Hellas Verona si è fatto avanti con convinzione. I ferraresi rimangono però in enorme vantaggio. Sicuramente una cosa è certa: il futuro di Oikonomou è lontano da Bologna. Meno urgente l'addio di Gastaldello. Il ragazzo però rischierebbe di passare da capitano indiscusso della squadra a quinta scelta tra i centrali. Per questo motivo l'ipotesi cessione non è più un'utopia. Saputo lascia sul tavolo la meta Montreal Impact, ma nelle ultime ore si sono fatti avanti la Spal e il Benevento. L'ultima decisione spetta a Gastaldello.
Nonostante i tanti colpi di scena in difesa, il cuore della rivoluzione si concentra a centrocampo, dove tre degli acquisti di Corvino stanno per essere ceduti. Si tratta di Godfred Donsah, Luca Rizzo e... Erick Pulgar! L'ultimo nome è forse quello più sorprendente perché il cileno ha trovato un buon minutaggio in questo ultimo anno a Bologna. Eppure non ha convinto Donadoni che non ha esitato nell'inserirlo nella lista dei partenti. E così su di lui c'è il forte interesse del Crotone. I calabresi faticano a trovare l'accordo con i felsinei per Lorenzo Crisetig, e Pulgar potrebbe essere il centrocampista che fa al caso di Nicola. I rapporti sono stati allacciati tra le due società e la trattativa per ora è ben avviata. Vi dicevamo di Pulgar in uscita, ma c'è anche Luca Rizzo, ormai ad un passo dal vestire la maglia biancoazzurra della Spal. La formula dovrebbe essere il prestito con obbligo di riscatto da esercitare in caso di salvezza della neopromossa. Continua a tenere banco anche il caso Donsah. Il ghanese ha dichiarato di voler lasciare Bologna ma i rossoblù non vogliono creare una minusvalenza. Così la valutazione iniziale del centrocampista è stata di circa 10 milioni. Tale richiesta però ha allontanato qualsiasi pretendente per Godfred e così Bigon ha dovuto abbassare le proprie pretese ad almeno 6 milioni, la stessa cifra versata dai petroniani due anni fa nelle casse del Cagliari. L'unico club a farsi sotto per ora è stato il Torino, con una proposta di 4 milioni. Una offerta che non soddisfa Bigon, ma che Cairo non vuole alzare. Si potrebbe trovare un compromesso a 5, ma queste cifre sono fuori luogo a giugno.
La rivoluzione è in atto, ma alcuni giocatori potrebbero non risentirne. È il caso di Federico Di Francesco. Inizialmente il ragazzo era sul mercato con la valutazione di 10 milioni. Tuttavia Bigon ha fatto male i conti e non si aspettava che addirittura sia Juventus che Napoli potessero contendersi l'ala bolognese. Per questo motivo il figlio di Eusebio è stato tolto dal mercato come era successo per Simone Verdi. Per ora anche Adam Masina ha il posto saldo nel Bologna, ma il Napoli si sta preparando ad una offerta molto invitante in caso di partenza di uno tra Strinic e Ghoulam. E non è affatto detto che Bigon tolga Masina dal mercato anche di fronte ad una buona proposta...
Altre trattative. Avenatti e Falletti rimangono due obiettivi del Bfc. Se però il trequartista rimarrebbe a Bologna a disposizione di Donadoni, diverso sarebbe il discorso per il centravanti che verrebbe verosimilmente girato all'Hellas Verona, club che ha dimostrato interesse nei confronti dell'attaccante ex Ternana. Non verrà a Bologna di sicuro Filip Bradaric. A meno di clamorosi colpi di scena, il futuro del croato è legato al Rijeka. È ufficiale invece l'approdo in rossoblù del giovane Fabrizio Brignani, difensore classe '98 della Cremonese.

Davide Mariani

Tifo Bologna, amo il calcio, il tennis ma anche la musica!