Calciomercato Bfc - Quattro centrocampisti sulla lista cessioni, due pronti a subentrare - 10 lug

Scritto da  Lug 10, 2017

Il calciomercato del Bologna FC procede a gonfie vele. Si attendono le ufficialità di Felipe Avenatti e Cesar Falletti e nel frattempo Riccardo Bigon imposta il mercato in uscita. Alex Ferrari potrebbe davvero finire all'Hellas Verona in prestito con diritto di riscatto. Rimangono solo da aggiustare le cifre e poi l'affare sarà completato. A parte la cessione del terzino, la situazione che preme di più al Direttore Sportivo del Bologna è il centrocampo. Per la prima volta Roberto Donadoni potrà iniziare il ritiro di Castelrotto con una squadra praticamente al completo. Tuttavia, Bigon vuole rinforzare ulteriormente questo reparto, indebolito dalla cessione di Blerim Dzemaili e non rinforzato totalmente con l'acquisto di Andrea Poli. Resta ancora da piazzare qualche colpo, anche se il centrocampo è abbastanza affollato, specialmente per il modulo che ha in mente Donadoni: il 4-2-3-1. Per acquistare sarà necessario cedere. Quali sono i giocatori in uscita? A parte Adam Nagy, per il resto un po' tutti i centrocampisti del Bfc sono in bilico. L'unico a non essere ufficialmente sul mercato è Saphir Taider. Tra l'altro l'algerino attualmente sarebbe il titolare insieme a Poli nella mediana a due. Tuttavia, di fronte ad una offerta abbastanza cospicua, diciamo sui 7-8 milioni, Saphir potrebbe anche salutare i compagni. Su di lui ci sono Watford e Fiorentina, ma al momento nessuna delle due ha mostrato un interesse concreto.
Per il resto, i vari Crisetig, Donsah e Pulgar si trovano tutti con la valigia in mano. Solo i primi due però sono realmente vicini alla cessione. Il primo e nel mirino di tantissime società, italiane e straniere, ma solamente il Crotone è disposto ad acquistarlo a titolo definitivo, soluzione gradita ai petroniani. Per questo motivo, felsinei e calabresi si incontreranno durante la settimana per affrontare la trattativa e, se possibile, arrivare pure ad una chiusura.
Il ghanese invece è vicino all'approdo al Torino. La mezzala vestirà il granata, di questo ne siamo certi. Nonostante ciò, l'operazione è ben più complicata di quanto si possa pensare. Il club di Cairo avanzerebbe la proposta di un prestito con diritto di riscatto, mentre la società di Saputo pretenderebbe l'inserimento dell'obbligo di acquisto del cartellino di Donsah. Godfred preme molto per la riuscita dell'affare, ma la formula è il nodo cruciale per il successo della trattativa. Il Bologna potrebbe accontentarsi di una offerta vicina ai 6 milioni e quindi di una piccola minusvalenza, anche se probabilmente una percentuale minore sulla rivendita futura di Donsah verrà garantita ai rossoblù. Sulla formula, la dirigenza emiliana però non transige. In settimana ci sarà un incontro tra piemontesi ed emiliani per superare questo scoglio e arrivare alla tanto attesa fumata bianca. Bigon non può correre il rischio di non incassare dei cash. Denaro che sarebbe utile per un colpo a centrocampo o in attacco.
Erick Pulgar rimane invece il giocatore più difficile da piazzare. Il suo cartellino è valutato intorno ai 3-4 milioni di euro e solo Crotone e Benevento hanno mostrato un timido interesse, anche se per il prestito del cileno.
In base ai soldi ricavati dalle varie cessioni, il Bologna potrà valutare i profili giusti per rinforzare la mediana o il reparto offensivo. Per quanto riguarda il centrocampo, al Bfc sono stati accostati Josè Mauri del Milan e Rincon della Juventus. Su quest'ultimo c'è l'Atalanta in vantaggio. Nonostante siano profili che intrigano la dirigenza emiliana, Bigon non si muoverà per nessuno dei due, almeno finché non avrà incassato dalle cessioni una cifra adeguata per aprire delle trattative con Milan e Juventus.
Anche l'attacco ruota intorno a questo concetto, ma c'è meno urgenza di operare. Di conseguenza, potrebbero bastare le uscite di Filippo Falco (piace a Palermo e Benevento) e Anthony Mounier (possibile rescissione con il Bfc). Ceduti il trequartista e l'ala francese, ci sarà spazio per un nuovo innesto. Il profilo ideale è quello di un esterno offensivo giovane, in grado di saltare l'avversario per creare scompiglio sulla fascia. Identikit che coincide con i profili di Lucas Ocampos e Marco D'Alessandro. L'argentino è forse il preferito da Donadoni, ma la trattativa con il Marsiglia è molto difficile. L'ala dell'Atalanta è invece più accessibile, ma la concorrenza è agguerrita. Bologna e Benevento sono in vantaggio e nelle prossime settimane potrebbero avere un contatto con i bergamaschi.
Insomma, il Bologna è ormai al completo, mancano solo le cessioni. Bigon però ha in mente un Bfc più forte anche a centrocampo. E magari con un Ocampos o un D'Alessandro in più...

Fonte immagine di copertina: Fantamagazine.com

Davide Mariani

Tifo Bologna, amo il calcio, il tennis ma anche la musica!