Stampa questa pagina

Rdc – Bigon ora deve sfoltire la rosa e punta su…Destro – 12 Lug

Scritto da  Lug 12, 2017

Il nuovo Bologna è ormai pronto a partire alla volta di Castelrotto, e quest’anno il lavoro di Riccardo Bigon è stato davvero esemplare perché, come riporta Marcello Giordano sul Resto del Carlino di oggi, il direttore sportivo ha fornito a Donadoni una squadra praticamente già pronta da portare in ritiro.

In Trentino infatti salirà la squadra (quasi) al completo, dato che all’appello mancheranno Avenatti, Gonzalez, Ferrari, Gerevini, Vecsei e Boldor. Escludendo i primi tre, che sono assenti per motivi diversi (Gonzalez sta giocando con il Costa Rica, Avenatti raggiungerà i compagni in seguito, e Ferrari verrà girato in prestito al Verona), gli altri sono assenti perché fuori dal progetto rossoblu, e dovrà essere trovata loro una nuova sistemazione. Sì perché dopo l’ottimo lavoro fatto in entrata, ora per Bigon inizia forse la parte più difficile: fare un buon mercato in uscita. La lista dei partenti però non si ferma di certo qui, perché anche a Castelrotto ci sono giocatori che, molto probabilmente, nella prossima stagione vestiranno una nuova maglia: Falco, Mounier, Donsah, Gastaldello e uno tra Pulgar e Taider, tutti giocatori con cui fare cassa per coprire gli investimenti fatti finora e, magari, finanziarne dei nuovi. L’ossatura della squadra però è già stata formata, ea anche rinforzata dai nuovi acquisti De Maio, Gonzalez e Poli, che dovranno garantire solidità ed esperienza a Donadoni, caratteristiche chieste insistentemente dal tecnico.

 

Bigon però ha fatto capire, qualche serata fa negli studi di Sky, che il salto di qualità passa soprattutto dalla maturazione degli elementi già presenti in rosa più che da un colpo di mercato, e in particolare il direttore sportivo sembra puntare su Mattia Destro: “Ci attendiamo da tutti un salto di qualità, penso soprattutto dai giovani arrivati lo scorso anno come Krejci, Nagy o Di Francesco, ma anche da Verdi e Masina. Aggiungo che Destro secondo me nel prossimo campionato arriverà vicino ai 20 gol”. Parole importanti quelle del diesse, il cui compito ora sarà fondamentale: ricavare il più possibile da quei giocatori che, ormai, sotto le Due Torri hanno finito la propria avventura.

Roberto Rossi

Oltre ad essere tifoso del Bologna F.C è anche un grande appassionato di musica e basket, sia italiano che estero. E' anche uno dei registi della trasmissione radiofonica "Al Ritmo del Goal"