Calciomercato Bfc - Bigon sicuro: Verdi non partirà - 1 ago

Scritto da  Ago 01, 2017

Durante la giornata di ieri si era diffusa una voce abbastanza preoccupante per il Bologna. Sembrava che il Napoli fosse pronto a fare follie per il gioiellino del Bfc Simone Verdi. L'ex Milan era l'indiziato numero uno per poter sostituire Emanuele Giaccherini, e i partenopei si sarebbero spinti addirittura ad offrire 30 milioni per il fantasista di Broni.
Il Ds felsineo Riccardo Bigon ha fatto subito rientrare l'allarme. L'uomo mercato rossoblù è intervenuto ai microfoni per rassicurare il popolo emiliano: Verdi non lascerà Bologna. Bigon inoltre ha specificato che il Napoli non ha avanzato alcuna proposta per il trequartista.
Dalle voci diffuse e dalla risposta secca di Bigon, possiamo dedurre che il Napoli non sia andato oltre ad un semplice sondaggio. D'altronde il rinnovo di Verdi fino al 2021 è un ostacolo non indifferente anche per un eccezionale direttore sportivo come Giuntoli. Dunque Verdi rimarrà (quasi) sicuramente a Bologna.
Non verranno ceduti i pezzi forti come Verdi e Di Francesco, ma i petroniani hanno comunque un enorme bisogno di sfoltire la rosa. Godfred Donsah non sarebbe un esubero, ma il ghanese è stato chiaro sulla volontà di non restare a Bologna. I rossoblù hanno intavolato una complicata trattativa con il Torino. I granata si sarebbero convinti ad acquistare la mezzala a titolo definitivo, ma non sarebbero intenzionati a soddisfare le richieste del Bfc (almeno 5 milioni). La conclusione dell'affare viene sempre rimandata, ma prima o poi i due club arriveranno al punto di rottura o di chiusura. Secondo TMW, la fumata bianca non è così lontana, visto che le due società rimangono in contatto quotidiano per provare ad accelerare i tempi. Seguiranno aggiornamenti.
Anche Lorenzo Crisetig è in uscita. La trattativa tra Crotone e Bologna è serrata. Gli emiliani vogliono ottenere più cash possibili, mentre i calabresi fanno leva sull'ottima annata crotonese del centrocampista classe 1993. Davide Nicola vuole Crisetig, Crisetig vuole Crotone e il Bologna vuole sfoltire. Per comunione d'interessi l'affare si farà, ma ci vorrà parecchio tempo.
Le eventuali cessioni di Donsah e Crisetig faranno spazio ad un nuovo innesto. Il tipo di acquisto dipenderà dalle cifre incassare dal Bfc con le due uscite, ma i nomi in generale sono sempre quelli: Josè Mauri, Serginho e Tomas Rincon. Il 22enne brasiliano del Santos è un profilo intrigante ma che potrebbe chiedere uno sforzo economico maggiore di quanto si possa immaginare. Ricordiamo che con i sudamericani non è mai facile trattare.
Il centrocampista del Milan è invece un ottimo profilo e le parti si sono messe al lavoro per tentare di definire l'affare. I rossoneri però non lo lasceranno partire gratis come successo con Poli.
Il venezuelano della Juventus invece è un pallino del Bologna, ma anche di Atalanta, Fiorentina e Torino. La concorrenza non manca e le richieste della Juventus sono onerose, senza dimenticare l'ingaggio importante di Rincon. Ogni discorso però è rimandato a dopo la Supercoppa Italiana.
Qualcosa si potrebbe fare anche in attacco. Qualche giorno fa si pensava ad un acquisto a prescindere dalle condizioni di Avenatti e dal rendimento di Petkovic. E invece il vice Destro arriverà solamente nel caso in cui il recupero di Avenatti dovesse protrarsi fino a settembre inoltrato. Altrimenti il Bologna rimarrà così com'è, specialmente dopo l'ottima prestazione offerta da Bruno Petkovic (una rete) contro il Colonia. Il croato ha ricevuto pubblicamente gli elogi di Donadoni e la sua cessione si fa più lontana, così come lo scambio ipotizzato con il Frosinone per Federico Dionisi. Il ciociaro rimane sempre nei pensieri di Bigon, anche se il Ds bolognese non molla la pista Rodrigo Palacio, al momento ancora svincolato.

Davide Mariani

Tifo Bologna, amo il calcio, il tennis ma anche la musica!