CorrBo - Palacio ad un passo. Preoccupano Avenatti e Falletti - 8 ago

Scritto da  Ago 08, 2017

Settimana cruciale in casa Bologna. Come riporta Claudio Beneforti nel proprio articolo, i rossoblù sapranno a breve le reali condizioni di Felipe Avenatti e cercheranno di chiudere nel più breve tempo possibile l’operazione Palacio. L’argentino è rientrato in Italia tra venerdì e sabato e in questi giorni si sta allenando a Milano con un preparatore atletico personale, così da farsi trovare pronto in caso di chiamata. Inutile nascondere che i guai capitati ad Avenatti e Falletti abbiano accelerato la trattativa, tant’è che Riccardo Bigon e l’agente di Palacio, Gabriele Giuffrida, sono in contatto quotidiano per rimanere aggiornati. Nelle prossime ore dovrebbe esserci un nuovo incontro tra le parti per tentare di raggiungere l’accordo definitivo. C’è tempo fino a venerdì per chiudere l’operazione, ma Bologna e Palacio non sono così distanti sulle cifre. L’entourage del classe 1982 chiede almeno 1 milione, mentre Fenucci e Bigon non intenderebbero spingersi oltre i 700mila. Se Palacio non si approfitterà delle difficoltà dei felsinei e i rossoblù non vorranno prendere per la gola l’argentino, allora lo Champagne verrà stappato sicuramente. E l’accordo potrebbe essere raggiunto verosimilmente tra gli 800mila e i 900mila euro più bonus legati a presenze e gol. Su Palacio però ci sono anche Atalanta, Genoa e non ultima la Fiorentina di Stefano Pioli, con il quale c’è stato anche un contatto telefonico. Tutta questa concorrenza evidenzia quelle che sono le qualità dell’ex Inter, un giocatore di grande spessore tecnico, formidabile tatticamente nei movimenti con e senza palla. Donadoni si è convinto subito della bontà dell’ingaggio di Palacio e avrebbe manifestato tutta la propria stima nei confronti dell’argentino. E Palacio guarderà sicuramente ai soldi, certo, ma pondererà la propria scelta anche dal punto di vista tecnico e Bologna ha già un vantaggio.

La trattativa Palacio impegna i rossoblù, che però sono concentrati anche sulle condizioni di Felipe Avenatti. I tempi di recupero dell’uruguaiano sono un falso problema, o almeno in questo momento rappresentano un aspetto secondario. Prima di tutto sarà necessario capire se il centravanti riuscirà ad ottenere l’idoneità a giocare, e per questo motivo i medici bolognesi svolgeranno ulteriori controlli, senza escludere una rivisitazione dei test cardiologi.

La situazione si fa complicata anche per Cesar Falletti. Il durissimo e violentissimo intervento di Hubner, centrocampista dell’Hoffenheim, ha comportato il grave infortunio dell’ex Ternana. Il trequartista ha riportato vari strascichi, a partire da caviglia e ginocchio, ma andrà verificata anche la stabilità del perone. Il possibile crack del collaterale al ginocchio destro è però l’aspetto che preoccupa maggiormente i medici felsinei. In caso di rottura dei legamenti, Falletti potrebbe andare incontro ad uno stop di 2 o 3 mesi, che potrebbero diventare anche di più se pure caviglia e perone fossero malconci. Se così fosse, Bigon potrebbe escludere Falletti dalla lista per sei mesi e valutare se ingaggiare un nuovo giocatore, oppure continuare a puntare su Filippo Falco, sul quale c’è mezza Serie B.

Davide Mariani

Tifo Bologna, amo il calcio, il tennis ma anche la musica!