Bologna-Cittadella: le parole di Bigon e Donadoni - 13 Ago

Scritto da  Ago 13, 2017

Dopo il terrificante inizio di stagione con la sconfitta per 0-3 subita ieri sera ad opera di un volenteroso e caparbio Cittadella, queste sono state le parole del DS Riccardo Bigon: ”Abbiamo gestito male le situazioni, se le partite si mettono male, non si possono perdere così le misure. Si rimane in 10? Bisogna restare compatti, uniti e solidi per cercare di portare a casa il risultato. La squadra ha tutte le potenzialità per dimostrare durante il campionato il valore che ha, non sono preoccupato per un risultato. C’è tanta strada davanti, non sarà una stagione facile ma questo ko ci insegni che ogni settimana va vissuta al 1000%. Questa settimana ci deve portare al Torino ancora più carichi del dovuto: ben venga questo insegnamento, siamo chiamati a rispondere subito per noi e per la nostra gente che giustamente oggi è molto delusa. Uno dei difetti che stiamo mostrando è il rimanere spesso in inferiorità numerica, serve furbizia, meno ingenuità, anche questo è un punto da migliorare. Dalla riflessione comunque urge passare in fretta alla pratica sul campo. Siamo comunque alla prima partita della stagione, non facciamoci travolgere dalla delusione e non traiamo conclusioni tragiche. Pensiamo al Torino che è una squadra forte, domenica abbiamo bisogno di undici leoni”.

Similari sono state anche le parole del tecnico Roberto Donadoni: “Questa serata ci deve servire da insegnamento. Si sono verificate molte circostanze che ci hanno complicato ancora di più l’andamento della gara, a cominciare dall’espulsione troppo azzardata, ma comunque dobbiamo essere più bravi e più scaltri a gestire meglio le situazioni. Tutto quello che è capitato ci serva da lezione per il campionato che sta per iniziare. Il calcio è fatto di corsa, spirito e determinazione: il Cittadella ha messo queste caratteristiche sul campo più di noi. Serve lo spirito di gente che ha voglia di lottare, sacrificarsi e non perdere mai un tackle: chi non ha questo spirito starà fuori. Da una partita così c’è poco da salvare, bisogna essere bravi a voltare pagina velocemente, fra una settimana arriva qui un avversario forte, se non lo affronti con la determinazione giusta è un problema. Da oggi a domenica l’intensità che ci dobbiamo mettere deve essere diversa. Non c’è nessuno in particolare contro cui puntare il dito, nessuno è difendibile stasera: bisogna essere concreti e smetterla con gli alibi”.

Siamo ad Agosto, è vero, questo non è il “vero” Bologna come pare di capire dalle dichiarazioni di Bigon e Donadoni, ma questo non cancella la pessima figura, l’ennesima in casa davanti ad un pubblico decisamente numeroso per il 12 di Agosto, condita dai soliti errori dimostrati durante il corso dell’intera passata stagione che purtroppo fanno la coppia con le dichiarazioni appena trascritte, che ricordano a loro volta molte dichiarazioni del campionato 2016/2017. Non è stato un buon inizio, c’è tempo per riprendersi (anche attraverso il mercato).

Le parole del mister al termine della partita

Ultima modifica il Domenica, 13 Agosto 2017 13:03
Simone Zanetti

Appassionato di Bologna ed Archeologia, oltre a tifare Bologna FC e Fortitudo Baseball, tifa (inspiegabilmente) per il Cruz Azul.