Calciomercato Bfc - Capitolo cessioni: ecco tutti i rossoblù in uscita - 19 ago

Scritto da  Ago 19, 2017

Nella conferenza stampa di ieri Bigon era stato chiaro: dopo le operazioni in entrata, ora è tempo di cessioni. La dozzina di giorni mancante alla chiusura del mercato verrà dunque utilizzata per piazzare in uscita alcuni elementi. Di quali giocatori stiamo parlando? In primis di Godfred Donsah. Il ghanese è da almeno una quarantina di giorni che si trova costantemente vicino all'approdo al Torino. Rossoblù e granata non riescono a trovare la fumata bianca definitiva. Tuttavia, il match di domani tra gli uomini di Mihajlovic e la squadra di Donadoni potrebbe essere una buonissima occasione per far sì che i due Ds Bigon e Petrachi raggiungano l'intesa. L'accordo dovrebbe arrivare sulla base di un prestito con obbligo di riscatto fissato a 6 milioni. Donsah è stato convocato da mister Donadoni, ma non è un dettaglio importante, visto lo stato avanzato della trattativa.

Altro giocatore sulla lista dei partenti è sicuramente Lorenzo Crisetig. Il mediano classe 1993 è corteggiato specialmente dal Las Palmas, al momento davanti a tutte le pretendenti, anche se va sottolineato l'inserimento last minute del Benevento.
Pure Erick Pulgar ha la valigia in mano, ma per lui c'è stato solo qualche sondaggio, nulla di più. Da questo punto di vista, Saphir Taider può vantare più pretendenti del cileno, anche se West Ham e Watford, i due club sulle tracce dell'algerino, non sarebbero disposti ad accontentare le richieste della dirigenza petroniana (7 milioni di euro cash). Seguiranno aggiornamenti.
Nel frattempo va registrato il grande interesse del Foggia per Filippo Falco. Sull'ala ex Lecce c'è il pressing di Carpi e Pescara. Proprio con gli abruzzesi il Bfc potrebbe intavolare una interessante trattativa per arrivare ad Ahmad Benali. I pugliesi rossoneri appaiono però al momento i più determinati ad assicurarsi il talento ex Cesena, che potrebbe comunque rimanere alla corte di Donadoni.
Ricordiamo poi le sirene greche del Panathinaikos per Anthony Mounier e le offerte di Bursaspor e Rennes per Ibrahima Mbaye. Sono operazioni fattibili da un momento all'altro, anche se le proposte dei club non si sono rivelati soddisfacenti per il momento.
La notizia di giornata è però legata all'affare Masina-Siviglia. Ieri gli spagnoli hanno avanzato una offerta da 5 milioni per il terzino bolognese, ricevendo un due di picche dagli emiliani. Gli iberici però non demordono e hanno ritoccato verso l'alto la propria proposta fino a 7 milioni di euro. Il Bologna ha fatto sapere che tratterà la cessione di Masina solamente a partire dai 10 milioni. Tuttavia, va ricordato che Adam rifiutò il rinnovo di 500mila euro a stagione offertogli da Bigon&Co. Di conseguenza, la cessione di Masina rimane difficile, specialmente per i tempi ristretti; ma non impossibile, visto che il laterale difensivo non ha ancora rinnovato con il club di Saputo il proprio contratto in scadenza nel 2018.
Eventuali cessioni nel reparto difensivo implicheranno dei rinforzi, anche se qualche operazione in entrata potrebbe essere compiuta pure a centrocampo. La pista più calda resta Josè Mauri, tra l'altro under e dunque perfetto per la lista. Attenzione però ad un ritorno di fiamma per Filip Bradaric del Rijeka. A giugno il centrocampista croato era ad un passo dal vestire la maglia felsinea, ma preferì disputare i preliminari di Champions League con il proprio club. La società di Fiume è uscita sconfitta nella trasferta contro l'Olympiacos e se non riuscisse a ribaltare il risultato dovrà dire addio alla Champions League. Questa eventualità potrebbe riavvicinare il mediano classe '92 al Bologna.
Dopo il capitolo acquisti, Bigon ne ha aperto un altro: è ora delle cessioni.

Ultima modifica il Domenica, 20 Agosto 2017 15:37
Davide Mariani

Tifo Bologna, amo il calcio, il tennis ma anche la musica!