Calciomercato Bfc - Masina al Siviglia? Quattro idee per sostituirlo - 22 ago

Scritto da  Ago 22, 2017

Nove giorni al termine del calciomercato e il Bologna, nonostante le parole di Bigon, ha ancora molto da fare. In particolare, queste ore saranno decisive per diverse trattative dei rossoblù. A breve sapremo se Rijeka e Siviglia avranno superato i preliminari di Champions League oppure no.
I rossoblù, infatti, stanno continuando a trattare con gli spagnoli la cessione di Adam Masina. Gli iberici arriverebbero anche ad offrire ben 10 milioni di euro al club di Saputo una volta superato il turno e proporrebbero un quinquennale da 1 milione a stagione al ragazzo. I felsinei non possono competere con simili cifre, nonostante Bigon stia facendo di tutto per convincere Masina ad accettare la proposta di rinnovo. Il terzino sinistro vuole Siviglia, attratto dalla possibilità di giocare una competizione europea. Ora resta solamente da aspettare il responso del campo: se gli uomini di Berizzo batteranno l'Istanbul Basaksehir, allora la permanenza di Masina al Bologna sarebbe tutt'altro che scontata. Il Ds Bigon ha fiutato questo pericolo e di conseguenza si è messo in contatto con diversi club alla ricerca di un sostituto dell'italo marocchino. La ricerca ha fruttato ben quattro piste, tutte abbastanza percorribili. Il primo nome, uscito nella tarda serata di ieri, è quello di Achraf Lazaar, laterale ex Palermo ora in forza al Newcastle. Bigon avrebbe fatto una bella chiacchierata telefonica proprio con l'allenatore degli inglesi, Sir Rafa Benitez, tentando di impostare una trattativa. Ovviamente per ora siamo nel campo delle idee e dei sondaggi, ma Lazaar sarebbe un ottimo profilo per squadre di media classifica, tant'è che sul marocchino ci sarebbe anche il Genoa, al momento però defilato.
Il secondo nome è quello di Paolo De Ceglie. L'ex Juventus sarebbe una soluzione low cost perché al momento è svincolato. Tuttavia, le poche presenze racimolate in questi ultimi anni creano qualche perplessità nella società bolognese.
Il terzo profilo è quello di Federico Peluso del Sassuolo. L'ex Juventus va verso i 34 anni e per acquistare il suo cartellino ci sarebbe da battere la concorrenza del Cagliari. Rimane sicuramente l'ultima pista.
Il quarto e ultimo nome, ma non per importanza, è quello di Ivan Strinic. Il nazionale croato non rientra più nei piani di Sarri ed è in uscita. Gli emiliani dovranno però versare qualche soldo nelle casse del Napoli e inoltre sappiamo tutti quanto sia difficile trattare con i partenopei capitanati dal Ds Giuntoli. Seguiranno aggiornamenti.
Ore colme d'ansia anche per la città di Fiume. Il Rijeka infatti affronterà l'Olympiacos nella partita di ritorno valida per il superamento dei preliminari di Champions. I croati dovranno ribaltare la sconfitta per 2 a 1 subìta in Grecia. Se non ci dovessero riuscire, un loro gioiello, Filip Bradaric, potrebbe finire a Bologna. I rossoblù avanzerebbero sempre la propria proposta di prestito con obbligo di riscatto, trattando però sulle cifre. Il Rijeka chiederebbe infatti 7 milioni mentre il Bfc arriverebbe a 5, ma la volontà del centrocampista classe 1992 potrebbe rimescolare le carte in tavola. In ogni caso, Bigon virerà con decisione sul giovane mediano solamente dopo la cessione di Godfred Donsah, se dovesse avvenire. Torino e Bologna starebbero lavorando senza sosta alla chiusura dell'affare. I granata vorrebbero strappare un prestito con diritto di riscatto, mentre i rossoblù chiedono l'inserimento dell'obbligo. Sulle cifre invece ci siamo: piace l'1 più 5 offerto dal club di Cairo. Una volta messi insieme questi tasselli, ci sarà però da verificare la volontà di Donadoni. Il tecnico ha schierato la mezzala per circa 25 minuti nel match con il Torino. Sarà il segnale di una seconda chance per il classe '96 oppure uno semplice spot per i piemontesi? Non si sa, ma la cosa certa è che Donsah non lascerà Bologna senza il consenso di Donadoni. Il Torino invece potrebbe rinunciare ai 9 milioni della cessione di Acquah, poiché Mihajlovic avrebbe bloccato la sua partenza. La mancata chiusura di questo affare non dovrebbe comunque interferire con l'operazione Donsah.
Nel frattempo scatta lo sprint di Carpi e Perugia per acquistare Filippo Falco. Secondo le ultime indiscrezioni, potrebbero bastare anche 800mila euro per assicurarsi il talento di Lecce, ma non è da escludere un possibile prestito dell'ala. Ne sapremo di più prossimamente.
Momenti decisivi per questo mercato del Bologna. Bigon sa bene che queste trattative in atto potrebbero indebolire la rosa, oppure rinforzarla ulteriormente. Ancora pochi giorni e avremo il volto definitivo del Bfc 2017/18.

Davide Mariani

Tifo Bologna, amo il calcio, il tennis ma anche la musica!