Rdc – Bologna-Napoli: dolci ricordi per Destro – 6 Set

Scritto da  Set 06, 2017

Questa Mattina, sul Resto del Carlino, Massimo Vitali ci fa fare un breve viaggio nel tempo: ci riporta esattamente al 6 Dicembre 2015, allo stadio Dall’Ara, quando si sono affrontate, come faranno domenica sera, Bologna e Napoli, con i rossoblu che ebbero la meglio sui partenopei per 3-2. Ebbene, quella fu molto probabilmente la miglior partita della gestione Donadoni finora e, inoltre, finora è stata anche la miglior prestazione di Mattia Destro, autore di una doppietta, da quando si trova sotto le Due Torri.

Da quel giorno felice, per Destro e per i Bolognesi, sono passati esattamente 638 giorni, e possiamo tranquillamente dire che, di questi giorni, ben pochi sono stati veramente felici per l’attaccante ex Roma. Sembra infatti essere passata una vita da quella domenica, soprattutto se pensiamo al fatto che quel Mattia Destro sgomitava con Belotti per conquistare una maglia azzurra in vista degli Europei, rincorsa poi vanificata dall’infortunio al piede subito a Marzo.

 

Ma nonostante tutto quello che è successo, nonostante i 19 gol in 63 partite col Bologna, anche quest’anno a Casteldebole si è deciso di mettere Mattia al centro dell’attacco, senza acquistare nessun attaccante che possa metterlo in ombra o, eventualmente, essere una valida alternativa per la maglia da titolare. Ecco allora che è stato confermato Petkovic e si è deciso di puntare su Palacio, un giocatore che viene sì da una finale mondiale giocata tre anni fa, ma che ha soprattutto il compito di fare da chioccia ai giovani attaccanti rossoblu. A questo punto però tocca davvero a Destro dimostrare di poter tornare ai livelli di quel 6 Dicembre, e diventare il leader dell’attacco, e della squadra, non ripetendo più gli errori fatti, ad esempio, la settimana scorsa a Benevento. Perché, a questo punto, sbagliando gol del genere, il rischio è che in questa stagione Palacio non si limiti a fare solo la chioccia.

Roberto Rossi

Oltre ad essere tifoso del Bologna F.C è anche un grande appassionato di musica e basket, sia italiano che estero. E' anche uno dei registi della trasmissione radiofonica "Al Ritmo del Goal"