Rdc – Il conto in sospeso di Maietta – 6 Set

Scritto da  Set 06, 2017

Anche in questo caso Massimo Vitali, sul Resto del Carlino di oggi, ci riporta indietro nel tempo, all’incirca a Marzo, quando in un’intervista chiese a Mimmo Maietta quale partita della scorsa stagione avrebbe voluto rigiocare. La risposta era abbastanza scontata, e riporta alla mente quel tremendo 1-7 incassato dal Bologna in casa contro il Napoli, un ricordo che tutti vorremmo cancellare, ma che rimarrà a lungo impresso nella nostra memoria.

E’ rimasto anche nella memoria di Maietta, che sta facendo di tutto per recuperare in vista dell’impegno di domenica perché, fosse per lui, quella partita la giocherebbe anche su una gamba sola. Il recupero dopo la gara di Benevento, in cui era uscito per un fastidio muscolare, procede con segnali incoraggianti, dato che Donadoni lo ha rimesso in campo, riservandogli però anche molto lavoro differenziato per preservarlo il più possibile. Sì perché ormai è cosa ben nota che Mimmo sia un elemento imprescindibile per la difesa e per questa squadra in generale, quindi si farà di tutto per recuperarlo per domenica, ma non avrebbe senso rischiarlo e, magari, incappare in una ricaduta.

 

La sua esperienza e la sua leadership sono troppo importanti per il Bologna, e lo si è visto chiaramente in questo inizio di campionato. Dopo la partita shock contro il Cittadella, Donadoni ha per ora accantonato Gonzalez, affidando la difesa al suo numero 20, e la differenza si è vista fin da subito, e non solo nei risultati. Con lui in campo infatti il reparto arretrato mostra una grande solidità generale e, soprattutto, è rinato anche De Maio, un difensore che ha sicuramente bisogno di una guida al suo fianco per rendere al meglio. E allora ecco che il recupero in vista della partita di domenica sarebbe fondamentale, ma sempre con un occhio di riguardo. Perché Maietta è troppo importante per questo Bologna per rischiare di perderlo per un mese.

Roberto Rossi

Oltre ad essere tifoso del Bologna F.C è anche un grande appassionato di musica e basket, sia italiano che estero. E' anche uno dei registi della trasmissione radiofonica "Al Ritmo del Goal"