Primavera, Bologna – Milan 0-2. Dias di un'altra categoria, l'astinenza da gol continua - 24 set

Scritto da  Set 24, 2017

 

 

Terza gara di campionato, seconda sconfitta consecutiva, un solo pareggio portato a casa, nessun punto davanti al proprio pubblico. A leggerli così, i numeri dell’inizio stagione della Primavera rossoblu parrebbero impietosi. Eppure c’è la necessità di leggerli in maniera diversa: si è sempre visto un bel gioco, con i ragazzi di Mister Troise che costruiscono bene, fraseggiano meglio ma, arrivati davanti alla porta difettano di precisione e di peso.

E il problema maggiore è proprio legato a questo, alla mancanza di una punta adatta a finalizzare tutti i palloni che gli capitano a tiro. Quest’oggi, al Cavina, davanti alle telecamere di Sportitalia, i rossoblu hanno saputo offrire una buona prestazione, con un Frabotta e un Pattarello davvero sugli scudi, bravi a tenere alta la concentrazione per tutti i 90 minuti. Il 4-3-3 petroniano sembrava poter dare maggiori garanzie, anche grazie al rientro di Brignani al centro della difesa e Negri in avanti. Contro un Milan sicuramente superiore sotto il punto di vista fisico e tecnico i padroni di casa hanno saputo reggere bene, andando vicino al vantaggio nei primi 20 minuti (un contatto dubbio in area di rigore rossonera e un tiro alto di poco di Djibril). Poi Dias, esterno d’attacco tutto estro e fantasia del Milan, inizia ad affilare il mancino: prima calcia di poco alto, poi beffa Ravaglia con un sinistro che si insacca all’angolino, concludendo un’azione che era cominciata a causa di un pallone perso a centrocampo. Lo stesso Dias, non sazio, colpisce un palo pochi minuti dopo, mettendo paura alla retroguardia felsinea. L’ultima occasione del primo tempo capita sui piedi di Llamas, che tira a lato non trovando il raddoppio. L’inizio deciso dei felsinei sembrava poter promettere bene, ma il maggior tasso tecnico alla lunga è venuto fuori.

La seconda frazione si apre con un tiro di Negri che viene rimpallato in angolo; nei pressi della mezz’ora, con tutto il Bologna proiettato in avanti cercando il pareggio, è Frabotta che in girata impegna Guarnone, portiere ospite. Poi, proprio quando sembrava che il la squadra di casa riuscisse a raggiungere il pareggio, anche grazie alla maggior freschezza data dai cambi (buonissimo l’impatto sulla gara del subentrante Cassandro, davvero in forma), la doccia fredda: cross in area, Brignani non trova l’impatto con la sfera e Sinani, entrato nel secondo tempo, spiazza Ravaglia, tutto questo al 92’ minuto.

Anche oggi 0 punti, ma resta comunque la buona prestazione. A Roma l’occasione giusta per rifarsi!

 

BOLOGNA: 1 Ravaglia; 2 Mantovani, 5 Brignani, 6 El Kaouakibi, 3 Frabotta; 10 Trovade (dal 59’ Cassandro), 4 Ghini, 8 Cozzari; 7 Pattarello, 9 Djibril (dal 66’ Uhunamure), 11 Negri (dal 78’ Stanzani). ALLENATORE: Troise.

MILAN: 1 Guarnone; 4 Sportelli, 5 El Hilali, 3 Campeol; 2 Bellanova, 6 Brescianini, 8 Pobega, 11 Llamas; 7 Sanchez, 9 Forte, 10 Dias. ALLENATORE: Gattuso.

MARCATORI: 26’ Dias, 92’ Sinani

 

AMMONITI: Ghini e El Kaouakibi (B), Guarnone e Pobega (M)

Ultima modifica il Sabato, 28 Ottobre 2017 09:33
Giacomo Guizzardi

Nato e cresciuto in periferia, inizia a collaborare con 1000 Cuori Rossoblu nel novembre del 2015. Al momento gestisce tutto ciò che riguarda la Primavera del Bologna, tra approfondimenti, cronache dei match e calciomercato.
Calciatore fallito, aspirante giornalista.