Sergio Floccari e il Giro dell’Emilia – 12 ott

Scritto da  Ott 12, 2017

Sergio Floccari è sempre stato riconosciuto come attaccante giramondo, di quelli che difficilmente intrecciano il loro destino ad una squadra di calcio per più di 3 anni. Eppure, anche considerando la partita che si svolgerà domenica pomeriggio al Renato Dall’Ara, ovvero, quel derby tutto emiliano che da tanto mancava nella città estense, è quasi spontaneo fare una riflessione sulla carriera di Sergio, dati alla mano: il suo, più che un continuo girovagare calcistico per tutta la penisola è stato, prevalentemente un Giro dell’Emilia; difatti, se 10 sono le squadre in cui ha giocato Sergio durante la sua carriera, ben 6 di queste sono emiliano-romagnole (Faenza, Rimini, Parma, Sassuolo, Bologna, Spal).

Un dato curioso, che fa riflettere, ma soprattutto che sottolinea come, nella regione emiliana si stia bene, sia  a livello calcistico, sia a livello ambientale (non a caso le squadre emiliane sono sempre tra le favorite per l’ingaggio dei giocatori).

Per Sergio la partita di domenica sarà un ennesimo derby, un match che avrà forse un sapore particolare: quello fra la squadra che gli ha dato una nuova possibilità in Serie A, salvo poi concedergli di scendere di categoria, e fra quella che lo ha messo al centro di un progetto che prevedeva proprio la tanto agognata promozione.

 

Un giro dell’Emilia che probabilmente, a livello calcistico, vedrà la sua conclusione proprio a Ferrara. Ecco perché per Sergio, nato a Vibo Valentia, di passaporto sammarinese ma cresciuto calcisticamente anche in Emilia, la partita di sabato la sentirà come un derby, lui che è un ex e avrà voglia di riscattare un ultimo anno passato in rossoblu non certo dei migliori. Un derby che, però, non potrà vivere appieno, in quanto sarà costretto ai box per ancora una settimana circa. Ci vediamo al ritorno, Boia!

Giacomo Guizzardi

Cresciuto in periferia, inizia ad appassionarsi al mondo del pallone quando scopre la cultura della sofferenza fisica e morale. Dopo qualche comparsata in radio locali, inizia a collaborare con 1000 Cuori Rossoblu anche attraverso la trasmissione "Al Ritmo del Goal". Aspirante scrittore e giornalista, calciatore fallito.