Radio Zingonia, Gasperini:" Per il Bologna parlano i risultati. Palacio lo conosco bene" - 21 ott

Scritto da  Ott 21, 2017

Un ringraziamento ai colleghi di www.atalantini.online per la conferenza di Mister Giampiero Gasperini direttamente dalla sala conferenze di Zingonia. A questo link l’articolo completo.

 

"A chi mi chiede se il Bologna puo' rappresentare un bell'impegno rispondo di guardare la classifica, loro arrivano da 3 vittorie di fila e noi abbiamo fatto buone prestazioni ma siamo indietro e dobbiamo sfruttare le prossime 3 partite che ci diranno se possiamo migliorare la classifica o se saremo destinati ad un campionato anonimo.

 Sono soddisfatto delle ultime nostre partite, quasi sempre abbiamo fatto buone prestazioni. Pero' e' chiaro che si vince concretizzando le occasioni, dobbiamo lavorare su quello magari lavorando su rabbia e convinzione.

 Le partite sono tante ed è inevitabile concedere qualcosa sul piano nervoso anche se l'impegno e la volonta' dei ragazzi è notevole. Continuiamo a giocare cosi', son convinto che arriveranno piu' risultati anche in campionato.

 Petagna sta facendo grandi partite, è una nostra grande risorsa, è importantissimo e non devono pesargli i pochi gol che fa e quello che la gente dice. Se gioca libero di testa è una forza anche solo per come copre la palla e per come la gestisce poi. Alla fine ha solo 22 anni e se continua a giocare cosi' è strepitoso. Punto.

 I problemi li ha avuti quando si è messo a fare la boa e cercare quello che dovrebbe essere tipo degli attaccanti, cioè l'egoismo. Invece se lui si rende piu' mobile e gestisce la palla coprendola come sa e gestendola verso i compagni, allora puo' fare grandi cose. Non è perfetto ma lavora molto per eliminare i suoi difetti.

 Ilicic? è un top e se non lo diventa qui nel posto giusto e all'eta' giusta (29 anni) non lo fa piu'. Ha qualita' non solo tecniche ma anche di testa. Puo' fare la miglior stagione della sua carriera

 Portare 15000 persone a 200 km il giovedi' sera è stato unico, siamo esseri umani, difficile rimanere insensibili. Abbiamo fatto un figurone ma non parlo solo di noi in campo, parlo di tutta Bergamo. Abbiamo dato e ricevuto emozioni. Poi è chiaro che per chi va in campo le energie non sono infinite e lo sforzo infrasettimanale si puo' anche pagare la domenica in campionato. E non pensiamo di fare il campionato dell'anno scorso, la serie A la si gioca sempre al massimo e l'anno scorso molte le abbiamo vinte di misura, c'e' il rischio che non si ripeta, è nelle cose e non è colpa di nessuno, alla fine.

 Giocare le coppe è bellissimo e aggiungo anche che farlo tutti gli anni lo sarebbe anche di piu' pero' "purtroppo" occorre passare attraverso il campionato che è l'unico mezzo per tornare in coppa. Io non accetto solo chi dice che l'anno scorso è stata l'eccezione. Puo' darsi ma dobbiamo prenderlo anche ad esempio per confermarci in alto. Ripetersi è difficile per chiunque ma non puo' essere un alibi

 Sul fatto che sbagliamo tanti gol e li prendiamo alla prima occasione vi dico : non facciamoci schiacciare da questo pensiero. Sta andando cosi' adesso ma questo è il calcio e questi sono momenti strani che capitano in una stagione, difficili da comprendere, ma continuando a giocare come stiamo facendo son sicuro che non puo' essere una costante.

 Toloi ha fatto un buon allenamento, penso sia guarito, se non gioca domani penso ci sia mercoledi'

Papu è un altro che stiamo valutando, vedremo domani

 Sulla formazione per domani devo ancora pensarci, vedrete domani. Tecnicamente non faccio mai turn over, semplicemente valuto le rispettive condizioni di forma e mentali in rapporto a quello che ogni singolo giocatore ha gia' dato in settimana.

 Per il Bologna parlano i risultati, tra il finale scorso e l'inizio di questo, anche in trasferta. Squadra pericolosa che sta ottenendo risultati ovunque. Si sanno difendere e davanti sono molto pericolosi, inoltre hanno il morale a mille, inoltre hanno Palacio che conosco bene, giocatore straordinario che ha dato valore a tutto il reparto d'attacco del Bologna, sarà partita delicata da giocare al meglio con grande attenzione anche dal punto di vista mentale. E' un tipo di gara fondamentale per dare una svolta al nostro campionato, da giocare al massimo come sempre.

 

Se non vinci gare come quelle di domani devi vedere tutto il campionato sotto un'altra prospettiva, non dobbiamo fallirla. A che fascia di squadre apparterremo? domani cominceremo a vederlo."

 

 

 

Foto Gasperini: CalcioMercato.com

 

 

 

Giacomo Guizzardi

Nato e cresciuto in periferia, inizia a collaborare con 1000 Cuori Rossoblu nel novembre del 2015. Al momento gestisce tutto ciò che riguarda la Primavera del Bologna, tra approfondimenti, cronache dei match e calciomercato.
Calciatore fallito, aspirante giornalista.