Radio Casteldebole - Donadoni:"Fisicamente stiamo bene, dobbiamo lavorare sulla testa" - 27 ott

Scritto da  Ott 27, 2017

 

 

E' un Donadoni che si sottopone volentieri alle domande dei giornalisti iniziando da chi recupera ("Poli e Gonzalez, anche se per il primo vedremo il responso della rifinitura di oggi pomeriggio, mentre Mirante verrà sostituito da Angelo ") e parlando soprattutto del secondo tempo della partita contro la Lazio ("Dire che l'atteggiamento del secondo tempo sia stato meglio è, secondo me, un errore. Forse la partita si è sviluppata in maniera diversa, ma l'atteggiamento è stato il medesimo. Sicuramente nel primo tempo abbiamo concesso 3 o 4 situazioni e non siamo stati bravi a riproporci e ripartire, siamo stati meno precisi, ma queste situazioni negative hanno condizionato il primo tempo e lo hanno reso differente dalla seconda frazione").  Si sofferma poi sulla Roma di cui ha grande rispetto, che probabilmente cercherà di fare subito la partita, ma si sofferma soprattutto sulla sua squadra e sulla sua attuale condizione psico fisica ("Stiamo bene fisicamente e abbiamo recuperato; è chiaro che quando arrivi da due partite, in cui il risultato è stato negativo, qualche scoria la può lasciare, ma noi dobbiamo essere bravi a trovare subito un risultato positivo importante, contro una squadra importante che ci permetta di ritrovare fiducia e autostima. Dobbiamo sapere che sarà una partita complicata, dura, dispendiosa: se sapremo tenere i ritmi alti, avremo più chanches ancora"). Su Mattia esprime un pensiero molto chiaro("Al di là di quelle che sono le considerazioni esterne, ognuno deve dare il proprio apporto alla squadra, mettendo nel quotidiano e negli allenamenti quella intensità che sappiamo lui può mettere in ogni singola seduta. Questo lui deve tenerlo presente, provando ad andare oltre, mettendo tutto se stesso, facendo così quel salto definitivo di qualità che possa portarlo ad essere un punto cardine per la squadra").

Vi lasciamo al video integrale,  gentilmente concessoci da Laura Tommasini di Sport Press.

 

(Photo Valentino Orsini)

Ultima modifica il Sabato, 28 Ottobre 2017 15:00
Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"