Le parole di Poli e Bigon in Mixed Zone – 4 nov

Scritto da  Nov 04, 2017

Andrea Poli ha preso parola in zona mista e ha fornito un breve commento sul match odierno; “Grande rammarico per non aver incassato i tre punti, per 60 minuti abbiamo meritato la vittoria. Siamo entrati in campo con il piglio giusto, anche i primi dieci minuti del secondo tempo li abbiamo affrontati nella maniera giusta poi ci sono state delle situazioni che avremo dovuto gestire in maniera diversa, nei prossimi giorni analizzeremo meglio cosa è successo per capire dove migliorarci. Purtroppo facciamo troppa fatica a portare a casa le partite in questo periodo, abbiamo anche sfoggiato qualche buona prestazione ma non ci dobbiamo assolutamente accontentare. Sono passate tante palle davanti alla porta ma non siamo stati in grado di concretizzare, non è facile affrontare una squadra che si chiude dietro. Dopo partite del genere si tende sempre a fare drammi e a vedere solo il male, noi invece dobbiamo imparare e ripartire dagli errori commessi e che cercheremo di non commettere più. Non ci abbattiamo, abbiamo le qualità per far bene e impareremo a sfruttarle al meglio. Non si punta il dito su nessuno, siamo tutti responsabili della sconfitta, mea culpa generale per oggi. Tra due settimane vedrete un altro tipo di Bologna.”

 

Anche Riccardo Bigon è intervenuto in zona mista e ha fatto il punto sulla sconfitta contro il Crotone: “Questa era una partita che poteva e doveva finire in maniera diversa, nel primo tempo si era vista una netta differenza di carattere tattico e tecnico tra le due squadre. Ma nel calcio succede anche questo ed è per questo che dobbiamo imparare la lezione. La lezione di oggi è che non bisogna mai dare per scontato nulla e che ogni minuto della partita può essere il minuto decisivo. I ragazzi devo anche imparare ad essere più decisivi quando entrano nell’area avversaria. Sappiamo creare ma non concretizzare. Nel secondo tempo gli avversari hanno alzato il baricentro del pressing e ci hanno costretto a lanciarla un po' di più e abbiamo fatto fatica a fare fraseggio. Non facciamo drammi, teniamo la testa alta e iniziamo a preparare la prossima partita. E’ vero è da tante partite che il Bologna non riesce a fare gol su azione, ma abbiamo appena avuto una serie di partite non facili come quelle con Atalanta, Lazio e Roma. In questo momento la squadra non dispone di un centravanti che possa fare 15 gol, quindi è ora di lavorare sulla collettività. Destro? Non è un giocatore da recuperare, è un elemento importante della rosa rossoblù, sta bene e sta lavorando nella giusta maniera. Di Francesco? Non si sa ancora niente di preciso. Sicuramente è una distorsione al ginocchio sinistro, speriamo non siano interessati i legamenti. ”