Rdc – La maledizione infortuni continua: si ferma Falletti, ed è il settimo in un mese – 8 Nov

Scritto da  Nov 08, 2017

Continua senza sosta la girandola di infortuni in casa Bologna, tanto che ormai sembrano quasi non fare più notizia, considerando la frequenza con cui avvengono e che, spesso e volentieri, è sempre lo stesso tipo di infortunio a fermare i giocatori del Bologna. Come riporta Marcello Giordano sul Resto del Carlino di oggi, ieri è stata la volta di Cesar Falletti: leggero stiramento alla coscia destra, nulla di grave, e il giocatore potrebbe anche essere recuperato per la gara col Verona, ma quello che preoccupa, in questo caso, è la frequenza con cui avvengono questi stop: sempre ravvicinati fra loro e sempre nello stesso punto.

Tutto è iniziato dopo la sosta, nella partita contro la Spal: lesione al flessore per Mbaye e affaticamento per Poli, che uscirà in anticipo a Bergamo e salterà poi la Lazio. Poi è stato il turno di Taider, sempre al flessore, che poco dopo tradì anche Palacio e Torosidis. Con la Lazio fu invece il turno di Mirante, sempre per un problema al flessore, e ora alla lista si aggiunge Falletti. Così, fanno sette infortuni in 23 giorni (praticamente Donadoni perde un giocatore ogni tre giorni), e soprattutto quello dell’uruguaiano, anche se non grave e che non dovrebbe tenerlo fuori per molto, arriva nel momento in cui il mister rossoblu dovrà fare i conti con la lunga assenza di Di Francesco.

 

Pensando alla trasferta di Verona infatti, se dovesse essere riproposto il 4-3-3 o in alternativa il 4-2-3-1, gli esterni a disposizone sarebbero solo Krejci, Verdi e Okwonkwo, a meno che Donadoni non decida di spostare uno fra Palacio e Petkovic sulla fascia. Un’altra alternativa sarebbe quella di provare a mettere insieme la coppia d’attacco formata da Destro e Palacio, magari supportati alle spalle da Verdi, per provare a spostare gli equilibri là davanti. Intanto si continua a lavorare per la prossima giornata di campionato, in cui dovrebbero tornare a disposizione Mirante, Mbaye e Taider, offrendo così a Donadoni una scelta un po’ più ampia in difesa e a centrocampo.

Roberto Rossi

Oltre ad essere tifoso del Bologna F.C è anche un grande appassionato di musica e basket, sia italiano che estero. E' anche uno dei registi della trasmissione radiofonica "Al Ritmo del Goal"