RdC – Aspettando i nazionali - 13 nov

Scritto da  Nov 13, 2017

Verdi è finito fuori dal giro di Ventura, manco fosse il reale responsabile dei passi indietro azzurri. Sta sera sarà spettatore interessato insieme a Di Francesco, che fino a gennaio farà da spettatore anche alle vicende del Bologna. Il fantasista rossoblù ha toccato con mano quanto sia difficile entrare nelle dinamiche e negli equilibri azzurri, ma oggi è il giorno della verità; dentro o fuori. Il salto di qualità servirà oggi alla Nazionale italiana contro la Svezia di Helander e Krafth.

Ieri Donsah ha debuttato in Nazionale maggiore giocando 48 minuti di Ghana – Egitto, finita 1-1. Gonzalez ha subito, invece, cinque gol dalla Spagna sabato notte con il suo Costa Rica nel test di Malaga. Brutta notizia anche per Torosidis, che ieri è uscito dai playoff mondiali, pareggiando con la Croazia a reti inviolate. Nagy e Gonzalez saranno avversari domani notte a Budapest, nell’amichevole tra Ungheria e Costa Rica.

Donadoni è in attesa dei suoi giocatori, sparsi per il mondo. Per il tecnico si annuncia la settimana più lunga della stagione; non foss’altro perché a Verona si giocherà di lunedì. Da un lato un vantaggio, considerato che ci sarà più tempo per assorbire il ritorno in gruppo dei nazionali, dall’altro un calvario, visto che toccherà portarsi dietro per quindici giorni il fantasma del harakiri col Crotone. Meglio concentrarsi sull’attacco orfano di Di Francesco, saranno i giorni delle prove tecniche – tattiche decisive per il tandem Destro-Palacio.

 

(font: Marcello Giordano)