Radio Peschiera, Pecchia: "Il Bologna sta facendo un grandissimo campionato. Ferrari non ci sarà" - 18 nov

Scritto da  Nov 18, 2017

Ringraziando i colleghi di www.tuttohellasverona.it, e in particolare la collega Ilaria Lauria, riportiamo integralmente le parola di Fabio Pecchia, ex della gara, intervenuto da poco dalla sala conferenze del centro tecnico dell'Hellas Verona per presentare la delicata sfida di lunedì sera, in programma alle 20.45 al Bentegodi. 

 

Come sta Pazzini? Già ieri aveva qualche problema, aveva preso un colpo sul tendine di Achille, vedremo di recuperarlo anche se non è al massimo della forma. Kean, Ferrari e Bessa non ce li avremo. Mi dispiace molto per Zaccagni, la sua è una questione più lunga, ma spero possa risolverla nel più breve tempo possibile. Allo stesso tempo sono felice di premiare un altro ragazzo, Calvano, che ci sta dando una mano. Calvano al di là del suo passato è un patrimonio della società e credo possa essere un giocatore sul quale si può puntare anche se è fuori dai campi da un po’ di tempo. Nel corso della stagione potrà essere una pedina in più.

Cosa ne pensa della prestazione conto il Cagliari? Spiace molto, abbiamo fatto una brutta prestazione, loro hanno avuto più voglia di vincere di noi e se la sono giocata fino alla fine. Dobbiamo riprendere le prestazioni fatte con l’Inter e con l’Atalanta, la partita con il Cagliari è stata sottotono. Ci possono stare giornate un po’ sottotono, ma bisogna comunque portare a casa un risultato positivo per il gruppo.

Setti? A me fa piacere che venga a vedere gli allenamenti, vede la voglia di lavorare dei ragazzi e la loro intensità. Nonostante la classifica dobbiamo guardare avanti e cogliere tutte le possibilità positive.

F. Zuculini? Sta lavorando con continuità con il gruppo. Già averlo nel gruppo è un buon segnale, dobbiamo centellinare le sue energie per averlo con noi più a lungo. Certo che lui è una miccia importante da lanciare nelle partite in corso, vorrei buttarlo sempre nella mischia.

Bologna? Squadra particolare, sta facendo un grandissimo campionato. È una squadra con una propria identità, ha cambiato molto spesso il modulo e si è adeguata all’avversario. L’inserimento di Palacio ha dato un tocco in più al gruppo di Donadoni. Sono consapevoli della loro prestazione e noi dobbiamo stare molto attenti, voglio che i miei diano l’anima. È una gara da ex, giochiamo al Bentegodi ma non ci sarà neanche il fatto di tornare in una città dove ho vissuto tre anni, mi farà piacere rivedere i rossoblù ma ci sono ben altre cose a cui pensare lunedì sera. Sarò concentrato sulla prestazione e l’atteggiamento dei miei.

Con quale modulo giocherà lunedì? Il 4-3-3 è nel dna di molti giocatori, ma possiamo benissimo cambiarlo nel corso della gara, come durante il Cagliari. Lunedì decideremo in base a chi avrò a disposizione. A me è piaciuto molto di più il Verona di questo mese rispetto al Verona precedente. Però gli intoppi e gli infortuni ci hanno rallentato, bisogna pensare a fare punti."

 

Qui l'articolo completo.

 

Foto: CalcioNapoli24

Giacomo Guizzardi

Nato e cresciuto in periferia, inizia a collaborare con 1000 Cuori Rossoblu nel novembre del 2015. Al momento gestisce tutto ciò che riguarda la Primavera del Bologna, tra approfondimenti, cronache dei match e calciomercato.
Calciatore fallito, aspirante giornalista.