Francesco Valiani, in gol con la maglia del Livorno contro l'Olbia. Crediti foto www.livornocalcio.it Francesco Valiani, in gol con la maglia del Livorno contro l'Olbia. Crediti foto www.livornocalcio.it

Forever Rossoblu – 22 nov

Scritto da  Nov 22, 2017

 

 

Torna, anche questa settimana, Forever Rossoblu, l’unica rubrica dedicata agli ex giocatori del Bologna impegnati in Italia (Serie B e Lega Pro) e all’estero.

La copertina di questa puntata abbiamo deciso di dedicarla ad un faticatore, ad un giocatore che, abbandonati i palchi principali del Calcio italiano, ha deciso di scendere di categoria, togliendosi comunque tantissime soddisfazioni: Francesco Valiani ha segnato il primo gol con il quale il Livorno ha battuto l’Olbia, facendo guadagnare altri tre punti alla sua squadra. Un tap-in allo scadere del primo tempo che ha permesso ai suoi di ricompattarsi, e che possiamo rivedere insieme qui sotto (1.25).

 

 

Rimaniamo quindi in Lega Pro, dove troviamo la brutta sconfitta del Prato di Fallou Sarr, espulso dopo soli 42’ minuti per un fallo in uscita sull’attaccante: cartellino che condizionerà la stagione dell’estremo difensore, proprio ora che stava iniziando a trovare un po’ più di spazio.

Trova la rete (ma ormai non fa più notizia) anche Alessandro Capello con il Padova allenato da Pierpaolo Bisoli che, vittorioso contro la Triestina (2-1), sigla un bellissimo gol con un colpo di testa che non lascia scampo al portiere (minuto 1.35).

 

 

Cade la Lucchese di Mingazzini e Maini conro l’Arzachena (2-1), mentre la capolista Renate impatta contro lo scoglio Teramo, con Lorenzo Musto che non sfrutta la chance che gli viene concessa. Buona vittoria dell’Arezzo contro il Cuneo, questa volta senza la firma di Davide Moscardelli, pareggia invece la Sambenedettese di Gennaro Troianiello contro il Bassano, con l’esperto fantasista che entra solo nel secondo tempo. Buona vittoria del Pisa contro la Pro Piacenza (3-0): Luca Giannone entra soltanto nei minuti finali.

Saliamo ora di categoria e passiamo alla Serie B, andando a scoprire chi si è meritato una menzione durante quest’ultimo weekend.

Partiamo dal pareggio (1-1) tra Brescia e Spezia, che ha visto contrapporsi Daniele Gastaldello e Alberto Gilardino: il difensore ha disputato una buona gara, non rischiando mai contro due avversari difficili, mentre l’attaccante, pur sacrificandosi molto per la squadra, non riesce quasi mai a fare in modo che i compagni ne beneficino. Crolla il Cesena in casa dell’Empoli (5-3): male, malissimo Federico Agliardi, colpevole su più di una rete subita dai suoi; male anche Andrea Esposito, che si macchia del fallo da rigore ma si riscatta salvando un gol che sembrava già cosa fatta; Karim Laribi si ritrova a predicare nel deserto, e il risultato si vede, con il trequartista mai pericoloso. Vince e convince il Parma contro l’Ascoli eppure Luca Siligardi, entrato nella ripresa, delude: dopo un buon avvio di stagione l’esterno offensivo è andato via via in calando, che sia arrivato il momento di cambiare aria? La bellissima sfida tra Novara e Bari si conclude con una vittoria dei pugliesi per 2 a 1: male, per i galletti, Riccardo Improta, che fatica ad entrare in partita e tende ad isolarsi molto. Per i padroni di casa, invece, bene Andrea Mantovani che, nonostante la sconfitta, regge bene l’attacco ospite, contenendo un avversario scomodo come Galano. Larga vittoria del Perugia sul Carpi (5-0) che sancisce, in un certo modo, il ritorno degli umbri: a centrocampo bene Matteo Brighi, diga biancorossa e schermo davanti alla difesa. Convincente il pareggio dell’Entella contro il Venezia meno la prova di Matteo Crimi, che non riesce quasi mai a proporsi in appoggio e finisce per farsi sistematicamente saltare dagli avversari. Un passo indietro rispetto ad altre partite.

Voliamo ora fuori dai confini nazionali per vedere che cosa è successo agli ex rossoblu impegnati all’estero.

Partiamo, oggi, dall’Inghilterra, dove il Watford di Miguel Angel Britos ha battuto il West Ham (2-09, con una prova di forza alla quale ci sta abituando sempre più. Buona gara del difensore, condizionata da un cartellino dopo solo mezz’ora di gioco. Cade il Southampton contro il Liverpool (3-0) e come se non bastasse Manolo Gabbiadini gioca solamente 10’ minuti, entrando a partita largamente compromessa. Non è la prima volta che capita e, ne siamo certi, non sarà nemmeno l’ultima. Pareggio scomodo, in Francia, per il Monaco di Andrea Raggi contro l’Amiens: il difensore, stabilmente terzino destro, viene sostituito quando mancano ormai 20 minuti, anche in previsione del turno di Champions League. In Grecia pareggio tra Panathinaikos e AEK Atene: non scende in campo, per i padroni di casa, Anthony Mounier, mentre trova spazio nella ripresa Lazaros Christodoulopoulos per gli ospiti. In Germania perde il Colonia di Frederik Sorensen, poi ammonito, mentre dilaga il Werder Brema di Ishak Belfodil, che però entra solo nella ripresa, a risultato ormai in cassaforte.

 

Per questa settimana è tutto, il prossimo appuntamento è mercoledì, sempre alle ore 16.00, sempre e solo su www.1000cuorirossoblu.it per un’altra puntata di Forever Rossoblu!

 

 

 

Foto Valiani: www.LivornoCalcio.it

Foto Capello: www.PadovaCalcio.it

Ultima modifica il Mercoledì, 22 Novembre 2017 20:44
Giacomo Guizzardi

Nato e cresciuto in periferia, inizia a collaborare con 1000 Cuori Rossoblu nel novembre del 2015. Al momento gestisce tutto ciò che riguarda la Primavera del Bologna, tra approfondimenti, cronache dei match e calciomercato.
Calciatore fallito, aspirante giornalista.