Ragazzi che valgono oro - 27 nov

Scritto da  Nov 27, 2017

 

 

C’è un ragazzo che trasforma in gol tutte le palle che tocca, si chiama Orji Okwonkwo, ha solo 19 anni e veste la maglia rossoblù. Il ragazzo comincia ad attirare l’attenzione in Serie A grazie ai suoi 3 gol in 99 minuti in cui è sceso in campo. Gli altri baby fenomeni andati a segno sono Cutrone, Kean, Tumminello e Pellegri, ma nessuno di loro ha giocato così poco, nessuno ha questa incredibile media gol considerando che non è mai partito nemmeno titolare. Se continuerà a macinare reti decisive che portano punti in casa, sicuramente attirerà l’attenzione di grandi squali e altrettanto  sicuro sarà che il suo contratto verrà rinegoziato. Il ragazzo vale oro: e se ce lo tenessimo tutto per noi?

Ma Orji non è l’unico segreto della riscossa del Bologna: da applausi è stata la prestazione di Ibrahima Mbaye, autore del secondo gol contro la Sampdoria. Il terzino non pare aver goduto mai della fiducia dello staff tecnico, ma nell’ultimo anno ha sfruttato quasi tutte le chance e con lui in campo, in questo campionato, gli avversari non hanno mai segnato su azione. La panchina sembra aver risvegliato rabbia e fame di far bene in Masina, a cui Donadoni a Verona ha voluto dare una lezione. Sabato, dopo l’espulsione di Torosidis, non ha sbagliato un colpo. De Maio? Muro insormontabile contro la Samp.

 

Chi non ne sbaglia una è anche Mimmo Maietta, protagonista inatteso ma che non delude mai. Una sicurezza. Entro Natale è atteso un summit con la società; a 35 anni, uno dei leader storici dovrà decidere se prolungare il contratto accettando un ruolo da comprimario, appendere le scarpe al chiodo o cercare altrove. Nell’attesa, continua a dare l’esempio ai compagni. 

Ultima modifica il Lunedì, 27 Novembre 2017 12:13