RdC - Dubbi solo in difesa per Donadoni - 9 dic

Scritto da  Dic 09, 2017

 

 

Nel giorno della Madonna, porte aperte a Casteldebole, con numerosi tifosi che si sono assiepati sulla collinetta a fianco del campo principale a godersi l'allenamento dei propri beniamini. Al centro dell'arena, Il Mister ha scherzato con i propri ragazzi, dando segnali di forte distensione e di nervi distesi, nonostante la difficile trasferta che li aspetta e dimostrando che il gruppo è unito e compatto verso un obiettivo comune. D'altronde squadra che vince ( e convince) non si cambia: così la formazione anti Milan sembra scontata in almeno 2 dei tre reparti. In attacco ci dovrebbe essere la conferma dei trio che ha ben fatto nelle ultime tre partite (Verdi, Destro, Palacio), mentre a centrocampo l'unica defezione annunciata (quella di Poli che sarà assente per  squalifica) dovrebbe avere in Taider la scelta naturale per la sostituzione (più defilata risulta l'opzione Nagy). In difesa, visti i rientri in gruppo di Gonzalez e Torosidis, l'abbondanza potrebbe far propendere a Donadoni il prospettare un cambio rispetto all'ultima uscita: se Gonzalez fosse spendibile come titolare in quanto recuperato, ecco che anche Helander potrebbe rientrare in gioco, ricomponendo la coppia di centrale che ben ha fatto in 9 partite giocate insieme. Quindi se il costaricense desse le garanzie di poter giocar da titolare, ci potrebbe essere ballottaggio fra De Maio e Helander. Ma se Gonzalez non venisse schierato per motivi prudenziali (e  per non avere una ricaduta visto l'infortunio in via di risoluzione), ecco che Maietta e De Maio potrebbero ritornare a formare la diga davanti alla porta di Mirante. Sui lati, il ritorno di Torosidis potrebbe voler dire un turno di riposo a Masina: ma nulla vieta di pensare che "Toro" possa essere spostato sulla destra (panchinando così Mbaye), per lasciare al ragazzo di San Pietro in Casale la possibilità di aggredire il Milan sulla sua fascia di competenza, ovvero la sinistra. Oggi conferenza stampa di Donadoni alle 14, poi rifinitura e partenza per Milano: stasera il Mister avrà sicuramente le idee più chiare.

(Photo Alessandro Sgarzi)

Ultima modifica il Sabato, 09 Dicembre 2017 14:58
Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"