Primavera, Bologna – Udinese 0-1. I Friulani passano meritatamente al “Cavina”. Non basta un super Ravaglia ai rossoblù – 9 dic

Scritto da  Dic 09, 2017

Se l’obiettivo, alla vigilia, era quello di riscattare la sconfitta e l’eliminazione dalla Coppa Italia, non ci si è riusciti. Se invece era quello di provare a togliersi dal pantano delle zone medie della classifica, beh, si è falliti anche in quello. Come se non bastasse i due infortuni nei primi 45 minuti di gioco (è apparso parecchio grave quello occorso a Mantovani, al quale auguriamo una pronta guarigione) hanno inficiato sull’andamento della gara. Bologna – Udinese rappresentava, per i rossoblù, l’opportunità per poter dare uno scossone vero ad un campionato che non pare di livello così eccelso, eccezion fatta per una manciata di squadre che dispongono di giocatori in grado di spostare per davvero gli equilibri di una partita o le sorti di un campionato. Una sorta di rivincita nei confronti degli avversari friulani che, a fine ottobre, in quel di Udine, avevano sconfitto i pari età rossoblù proprio in Coppa, decretandone l’uscita dal torneo.

Oggi, davanti a pochi tifosi in un Cavina desolato e spoglio rispetto al solito (da non sottovalutare il freddo, fattore nemico di molti avventurieri che solitamente si assiepano sulle tribune del campo da gioco), il Bologna è stato sconfitto dall’Udinese, dopo aver resistito per più di 75 minuti grazie alle parate di Federico Ravaglia, decisamente in giornata. È bastato un errore individuale in difesa per far crollare il già debole castello e mandare meritatamente in vantaggio gli ospiti a una decina di minuti dalla fine. Andiamo quindi a rivedere insieme la gara delle 14.30 giocata a Borgo Panigale.

Bologna e Udinese, entrambe a 12 punti in classifica, si posizionano in campo con il medesimo schieramento, un 4-3-3 che per gli ospiti è compatto, mentre per i padroni di casa lascia molto più spazio alle iniziative personali soprattutto di Kingsley e di Valencia, molto mobili in mezzo al campo. C’è Keita dal primo minuto, mentre Mazza prende il posto di Ghini, squalificato.

La prima iniziativa è a tinte bianconere, con Malle che entra in area ma viene chiuso dalla difesa rossoblù; sul successivo corner risponde prontamente Ravaglia, che sbarra la strada ai friulani. A metà primo tempo si accendono l’estro e la velocità di Jaadi, oggi uno dei migliori dei suoi: scappa alla difesa felsinea, si presenta davanti a Ravaglia il quale lo ipnotizza, compiendo una grande parata. Un minuto dopo è Cheick Keita a salvare sulla linea la conclusione a botta sicura di Malle, da posizione centrale. Bologna in affanno e, come se non bastasse, costretto anche al primo cambio, ovviamente forzato: pallone alto in area, sia Brignani che Busi tengono gli occhi sulla sfera e si colpiscono a vicenda con una violenta testata. A farne le spese è proprio Busi, costretto ad uscire con Bianconi che prende il suo posto al centro della difesa. L’Udinese continua a premere ma il tiro di Malle al 30’ finisce a lato di poco. A pochi secondi dalla fine della prima frazione, altri guai: si infortuna gravemente Mantovani (molto probabilmente alla caviglia) ed è costretto ad uscire con l’ausilio della barella: al suo posto Cassandro; Bologna che, in 45’ ha già effettuato ben due cambi.

Il secondo tempo si apre sugli stessi binari del primo: Udinese che preme sull’acceleratore, Bologna che si difende come può, prova a ripartire ma, nel momento del passaggio decisivo, sbaglia ed è costretto a rifugiarsi in tutta fretta nella sua area.

Dopo appena 7 minuti è Kubala ad impensierire Ravaglia, il quale sventa la conclusione dell’esterno che in precedenza aveva saltato secco Cozzari con un tunnel. Il primo tiro del Bologna arriva al nono minuto ed è frutto di un triangolo tra Keita e Kingsley, con il primo che controlla la palla e scarica in porta un violento destro, deviato in angolo da Gasparini, giovane portiere classe 2002. Il Bologna sembra quindi provare a ridestarsi, con Kingsley e Pattarello che tentano la sorte da fuori area, ma con esito negativo. Jaadi sbaglia un gol già fatto quando Bianconi, in fase di alleggerimento, “alleggerisce” troppo e gli regala palla: l’attaccante salta Ravaglia ma strozza troppo il tiro, che finisce fuori. Lo stesso Ravaglia è però bravo, una decina di minuti più tardi, a salvare sull’indemoniato Jaadi, quest’oggi a mani basse migliore in campo, forse però poco lucido sotto porta. Il gol dell’Udinese, che gela i rossoblù, arriva dall’unico subentrato  bianconero, Brunetti: sbaglia la difesa rossoblù in area, ne approfitta Malle il quale serve Brunetti che, con un bel gesto tecnico, si gira e col destro batte un incolpevole Ravaglia. Gli ultimi minuti sono a tinte (sbiadite) rossoblù, che non riescono a trovare l’insperato pareggio.

Sconfitta giusta per il Bologna di Troise, incapace sia di entrare in area palla al piede che di costruire trame di gioco degne di questo nome, con lanci lunghi spesso preda dei difensori avversari. Settimana prossima si vola a Bergamo, in casa dell’Atalanta prima in classifica, dove sarà durissima portarsi a casa dei punti.

L’assenza di Ghini si è fatta sentire, e parecchio, nonostante Mazza abbia comunque offerto una prestazione di buon livello, sotto il profilo dell’intensità e dell’aggressività calcistica.

Male Valencia e Bianconi, malino Pattarello, bene Keita e Ravaglia, oggi eroe di giornata: se il Bologna fosse riuscito a sfangarla sarebbe stato solo merito suo.

 

Tabellino della gara

BOLOGNA (4-3-3)
Ravaglia; Mantovani (42' Cassandro), Brignani, Busi (31' Bianconi), Keita; Cozzari, Mazza (83' Stanzani), Valencia; Kingsley, Uhunamure, Pattarello

Allenatore: Troise
A disposizione: Peqini, Pellacani, Frabotta, Sala, Balde, Djibril, Castelletti, Negri, Pirreca

UDINESE (4-3-3)
Gasparini; Vedova, Caiazza, Vasko, Ermacora; Ndreu (60' Brunetti), Odasso, Varesanovic; Malle, Jaadi, Kubala

Allenatore: Giacomin
A disposizione: Pizzignacco, Donadello, Trevisan, Filipiak, De Nuzzo, Gkertsos, Brunetti, Siverio Perez

MARCATORI: 79' Brunetti

AMMONITI: Odasso (U)

NOTE: 2' di recupero 1T; 2' di recupero 2T

 

 

P Squadre Giocate Vittorie Pareggi Sconfitte Gol Fatti Gol Subiti Diff. Reti Punti
1 Atalanta 12 8 3 1 29 10 + 19 27
2 Inter 12 7 3 2 20 10  + 10 24
3 Milan 12 7 1 4 16 14 + 2 22
4 Juventus 12 5 4 3 17 14 + 3 19
5 Torino 11 6 0 5 19 13 + 6 18
6 Roma 11 5 3 3 20 20 0 18
7 Fiorentina 12 6 0 6 20 16 + 4 18
8 Genoa 12 5 2 5 16 19 - 3 17
9 Sassuolo 12 4 3 5 21 21 0 15
10 Chievo Verona 12 4 3 5 17 21 - 4 15
11 Udinese 12 4 3 5 14 22 - 8 15
12 Lazio 12 3 4 5 13 14 - 1 13
13 BOLOGNA 12 3 3 6 15 13 + 2 12
14 Napoli 12 3 3 6 16 27 - 11 12
15 Hellas Verona 12 3 2 7 10 17 - 7 11
16 Sampdoria 12 2 3 7 12 24 - 12 9

 

 

RISULTATI DI GIORNATA

Milan - Torino 2-1

Juventus - Hellas Verona 2-1

Bologna - Udinese 0-1

Chievo Verona - Sampdoria 1-1

Genoa - Fiorentina 0-3

Napoli - Roma 2-2

Sassuolo - Atalanta 0-2

Lazio - Inter 1-1

 

Ultima modifica il Sabato, 09 Dicembre 2017 18:09
Giacomo Guizzardi

Nato e cresciuto in periferia, inizia a collaborare con 1000 Cuori Rossoblu nel novembre del 2015. Al momento gestisce tutto ciò che riguarda la Primavera del Bologna, tra approfondimenti, cronache dei match e calciomercato.
Calciatore fallito, aspirante giornalista.