RdC – Le parole di Verdi e Gonzalez nel post partita – 11 dic

Scritto da  Dic 11, 2017

Contro le grandi, o meglio presumibilmente tali, il Bologna arriva spesso lì, ad un passo dal fare il colpo, ma poi il colpo rimane regolarmente in canna. La sensazione è che con un po' più di fortuna, i ragazzi di mister Donadoni l’avrebbero potuta quantomeno pareggiare. Ecco le parole di due di loro nel post partita.

 

Simone Verdi: “Il gol? Non è servito a nulla. Non chiedetemi se sono contento, non posso esserlo e comunque il passato è passato, non è che segnare al Milan abbia un significato particolare. Questa è assolutamente una occasione persa. Contro un Milan in difficoltà abbiamo avuto un approccio morbido. Ce la potevamo e ce la dovevamo giocare in modo diverso, siamo tutti consapevoli che in questo momento non abbiamo niente di meno rispetto a loro. Abbiamo subito due gol banali e siamo stati poco cattivi. Nell’ultimo periodo stiamo faticando un po' a marcare in area. C’è sempre qualcosa da sistemare a livello mentale. Abbiamo sempre bisogno di prendere uno schiaffo per rialzarci e questo non va bene. Domenica arriva la Juventus e se quello che abbiamo fatto oggi non è bastato con il Milan, figuriamoci se basterà con i campioni d’Italia. Dovremo dare molto di più.”

Giancarlo Gonzalez: “E’ una sconfitta molto fastidiosa. Sul primo gol siamo stati sfortunati mentre sul secondo abbiamo commesso un errore di reparto. Purtroppo in diverse occasioni non abbiamo gestito bene il pallone e, in alcuni contropiedi, avremmo potuto far male all’avversario, ma ci è mancato l’ultimo passaggio. E’ un vero peccato: ci manca sempre qualcosa per fare il salto di qualità. Se il mister ci ha divisi in coppie? Non credo, penso si tratti di una casualità. Noi lavoriamo per essere sempre al 100 per cento e per farci così trovare pronti in caso di chiamata, ma a decidere chi schierare è sempre e solo il mister. La partita con la Juve? La affronteremo con coraggio e non vediamo l’ora di poterci misurare con loro nella nostra “casa” e davanti alla nostra gente. Giocheremo senza paura e l’obiettivo sarà ovviamente quello di dare il massimo per portare a casa il risultato. Questa sconfitta brucia parecchio, ma dobbiamo voltare pagina e pensare solo alla partita con i bianconeri: dovremo essere bravi a non commettere gli stessi errori. Quale attaccante del Milan mi ha messo più in difficoltà? Sono tutti forti e temibili ma, fatta eccezione per i due gol di Bonaventura, siamo stati abbastanza bravi a impedire loro di rendersi pericolosi con continuità.”