È un Bologna sempreVerd...i - 14 Dic

Scritto da  Dic 14, 2017

 

 

 

Se cercassimo "piante sempreverdi" su Wikipedia, ci imbatteremmo nella seguente definizione: "piante che, contrariamente alle caducifoglie, non lasciano cadere le foglie durante la stagione avversa, che generalmente è l'inverno".
Se, invece, volessimo cercare "Simone Verdi", sicuramente non troveremmo la stessa definizione, ma comunque qualcosa del genere. In inverno, soprattutto quello corrente, Simone è una pianta rigogliosa che il Bologna cura e annaffia per bene sperando che, in estate, qualche fioraio più "grosso" non si ingolosisca.

Non curatelo troppo, allora, cari rossoblù. L'ultima delle squadre che avrebbe chiesto informazioni sul talentuoso 25enne è il Napoli. Magari per gennaio. Magari per una ventina di milioni.
Va bene che a Natale si è tutti più buoni, ma così pare un po' troppo. Dai, Di Vaio, diglielo tu: "Verdi non ha prezzo, non abbiamo intenzione di venderlo". Queste le sue parole al "Resto del Carlino".
In effetti, perché rischiare di andare a compromettere una stagione positiva (propria e della squadra) in una realtà nella quale sì potresti giocare le tue carte, ma, a quanto si è visto, con i suoi 11 Sarri ci giocherebbe anche a calcio balilla? Prima dei partenopei, pare che si siano mossi anche Inter e Milan. Grazie, vi faremo sapere.
Ma come mai "sempreverde"? Semplicemente perché è una sicurezza, come lo è stato domenica, anche quando non è proprio al 100% dentro la partita. Scatto, visione di gioco, tiro, e chi più ne ha più ne metta. Alla sua età è ora di sbocciare definitivamente, di cercare quella continuità che manca ancora. Il passo in avanti, però, è stato compiuto: l'anno scorso ha terminato il campionato con 6 gol e 6 assist (maledetto infortunio...); quest'anno, è già a, rispettivamente, 5 e 4.

Saputo, Bigon, Di Vaio e Donadoni se lo tengono stretto. Sicuramente nel gestire la rosa sono bravi (vedi classifica) ma, a questo punto, speriamo abbiano anche i pollici...Verdi.

Ultima modifica il Giovedì, 14 Dicembre 2017 12:13
Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.