Stampa questa pagina

Primavera, Bologna – Fiorentina 2-2- Falletti e Okwonkwo in gol, ma il Derby dell’Appennino finisce in pareggio – 23 dic

Scritto da  Dic 23, 2017

Dopo le tre sconfitte di fila (due esterne, con Torino e Atalanta, e una interna con l’Udinese), era obbligatorio tornare a fare punti, il più possibile. L’occasione era ghiotta, più per le motivazioni che per l’avversario: la Fiorentina, squadra temibile, fioretto e spada, capace di picchiare duro dal centrocampo in giù e di ripartire con efficacia coi 4 uomini d’attacco, non era la formazione migliore da affrontare in un periodo del genere per i rossoblù di Troise ma tant’è, ormai è andata. Bisognava giocare sulle emozioni, sui sentimenti, sul fatto che si giocasse il Derby dell’Appennino. Derby dell’Appennino per due squadre che stanno vivendo un momento di forma diametralmente opposto: i felsinei, come detto, dovevano vincere per togliersi dalle zone caldissime della classifica, i gigliati, invece, avevano bisogno di punti per provare ad avvicinarsi alle zone nobili della classifica. Un punto a testa, alla fine dell’incontro, che non accontenta e non delude nessuno, con le squadre che si godranno le vacanze di Natale senza, se non altro, la preoccupazione di aver perso l’ultima partita prima delle feste. Ed è già un bel passo in avanti.

Troise, tenuto conto degli infortuni di Mantovani (in distinta ma in tribuna) e delle squalifiche di Ghini e Brignani, propone una formazione inedita e allo stesso tempo esperta: se in difesa ci sono Barnabà e Cassandro assieme a Frabotta e Busi, in avanti Okwonkwo e Falletti (che non sono scesi in campo ieri contro il Chievo), con i rossoblù che si schierano con un 4-3-1-2.

Pronti via e Falletti ci prova con un tiro di destro che esce di poco a lato; al fantasista uruguagio risponde, dall’altra parte del campo, Gori che, approfittando di un errore di Valencia, trova lo spazio per la conclusione, senza riuscire però a impensierire Ravaglia. È proprio lo stesso Valencia che qualche minuto dopo sfiora il gol da cineteca con un destro defilato che sfiora l’incrocio dei pali, mettendo parecchia paura a Cerofolini e compagni. Al 10’, però, il vantaggio viola: lancio per Gori, difesa scavalcata e attaccante viola che riesce a superare Ravaglia in uscita, portando avanti i suoi. Le due spine nel fianco per il Bologna sembrano essere Sottil e Lo Faso, esterni d’attacco della Fiorentina, apparsi davvero in forma e una spanna sopra gli altri. Per i rossoblù l’unico con un po’ di verve è sembrato essere Cesar Falletti, che ha portato continui problemi alla difesa gigliata. Da un’incursione di Okwonkwo è nato, al 30’, proprio il gol di Falletti: il 9 porta palla, la scarica sul 10 che, di destro, fa partire un destro che non lascia scampo al portiere viola. 1 a 1 e palla al centro. E invece no, perché dopo soli due minuti è proprio Sottil che riporta in vantaggio i suoi con un mancino che trafigge Ravaglia sul suo palo. Proteste felsinee per un sospetto fuorigioco che non trovano udienza presso l’arbitro. Proteste che si intensificano cinque minuti più tardi quando Falletti viene abbracciato in area, senza però che il direttore di gara intervenga. A due minuti dalla fine è Okwonkwo ad avere una grande chance, ma spara alto dopo il suggerimento di Kingsley.

La seconda frazione si apre in maniera ruvida, con parecchi falli e scontri di gioco, non tutti sanzionati, e quindi quasi tutti concessi dall’inerzia della gara. Il Bologna, pur soffrendo, trova il gol del secondo pareggio ad un quarto d’ora dalla fine con Okwonkwo, che di mancino raccoglie un pallone vagante e trafigge Cerofolini. L’ultima occasione del match la ha Mazza, entrato dalla panchina, su punizione (calcio di punizione per il quale Lui e Frabotta hanno discusso parecchio, con il terzino che è uscito dal campo parecchio stizzito): pallone comodo per il portiere.

In tribuna, ad osservare i cinni, c’erano anche Fenucci, Di Vaio e Bigon, oltre che Daniele Portanova, che ha il figlio che gioca negli Allievi rossoblù e che oggi era stato convocato coi più grandi.

L’ultima partita del girone d’andata vedrà i rossoblù impegnati a Milano contro l’Inter, seconda in classifica, in un match dall’alto coefficiente di difficoltà. Nonostante tutto, godiamoci le vacanze, vestiamoci di rossoblù e continuiamo a tifare Bologna, sempre e comunque!

 

Bologna - Fiorentina 2-2

BOLOGNA (4-3-1-2): Ravaglia; Barnabá (dall'83' Pellacani), Cassandro, Busi, Frabotta; Kingsley, Cozzari, Valencia (dal 61' Mazza); Falletti; Okwonkwo, Pattarello (dall'83 Djibril).
Allenatore Troise
A disposizione: Bruzzi, Negri, Pirreca, Bianconi, Mantovani, Portanova, Stanzani, Uhunamure, Castelletti

FIORENTINA (4-2-3-1): Cerofolini; Ferrarini, Hristov, Pinto, Ranieri; Lailti (dal 61' Toure Diawara), Valencic; Sottil, Hagi (dall'83' Meli), Lo Faso (dal 68' Maganjic); Gori
Allenatore Bigica
A disposizione: Ghidotti, Ponsi, Duti, Faye, Corigliano, Longo, Nannelli

MARCATORI: 9' Gori, 30' Falletti, 32' Sottil, 75' Okwonkwo

AMMONITI: Cozzari, Barnabá, Mazza, Lailti, Gori, Sottil,

 

 

 

P Squadre Giocate Vittorie Pareggi Sconfitte Gol Fatti Gol Subiti Diff. Reti Punti
1 Atalanta 14 9 3 2 32 12 + 20 30
2 Inter 14 9 3 2 23 11  + 12 30
3 Juventus 14 7 4 3 20 15 + 5 25
4 Milan 14 7 2 5 17 17 0 23
5 Roma 13 6 4 3 23 22 + 1 22
6 Fiorentina 14 6 2 6 23 19 + 4 20
7 Torino 13 6 1 6 20 16 + 4 19
8 Genoa 14 5 4 5 21 24 - 3 19
9 Chievo Verona 14 5 3 6 18 22 - 4 18
10 Udinese 14 5 3 6 17 24 - 7 18
11 Sassuolo 14 4 3 7 23 26 - 3 15
12 Hellas Verona 14 4 3 7 17 22 - 5 15
13 Napoli 14 4 3 7 18 28 - 10 15
14 Lazio 14 3 5 6 16 19 - 3 14
15 BOLOGNA 14 3 4 7 18 18 0 13
16 Sampdoria 14 3 3 8 15 26 - 11 12

 

RISULTATI DELLA QUATTORDICESIMA GIORNATA

Juventus - Sampdoria 1-0 (giocata venerdì 22/12)

Lazio - Roma 2-2

Sassuolo - Inter 1-2

Genoa - Hellas Verona 4-4

BOLOGNA - Fiorentina 2-2

Chievo Verona - Atalanta 1-0

Napoli - Torino 2-0

Milan - Udinese 2-0

 

Ultima modifica il Sabato, 23 Dicembre 2017 19:18
Giacomo Guizzardi

Cresciuto in periferia, inizia ad appassionarsi al mondo del pallone quando scopre la cultura della sofferenza fisica e morale. Dopo qualche comparsata in radio locali, inizia a collaborare con 1000 Cuori Rossoblu anche attraverso la trasmissione "Al Ritmo del Goal". Aspirante scrittore e giornalista, calciatore fallito.