RdC - In attacco Santa Abbondanza bussa alla porta di Donadoni - 30 dic

Scritto da  Dic 30, 2017

 

 

La buona notizia è che, dopo mesi, l'infermeria rossoblù è vuota. Anche Felipe Avenatti sgambetta felice sui prati di Casteldebole, in attesa di capire cosa potrà essere di lui a gennaio. Quindi, se non fosse per lo squalificato Poli, Roberto Donadoni avrebbe avuto l'intero organico a disposizione, cosa che riteniamo non gli sia mai successa da quando è a Bologna. Ma se nei reparti di difesa e centrocampo si possono contare giusti i titolari e le relative riserve, in attacco è il tempo di Santa Abbondanza: escludendo il sopracitato Avenatti (che non è ancora in lista) sono ben otto i giocatori a disposizione di Roberto Donadoni per i tre posti di attacco: Mattia Destro, Simone Verdi, Rodrigo Palacio, Federico Di Francesco, Orji Okwonkwo, Bruno Petkovic, Cesar Falletti e Ladislav Kreijci. A parte i primi due "pressoché" intoccabili, gli altri sei si giocano una maglia da titolare, mentre gli altri si accomoderanno in panchina. E da gennaio i fantastici otto diventeranno nove, perché alla truppa, sicuramente, si aggregherà Avenatti. Quindi se a centrocampo la sostituzione di Poli veste già la maglia di Godfred Donsah, in attacco i dubbi del tecnico bolognese sono molteplici: Palacio e Di Francesco sono arruolati e quindi possono disputare un'egregia partita, anche se la loro condizione non è al massimo (cosa affermata anche da Donadoni in conferenza, quando ha detto che "devono ritrovare il passo"), mentre Petkovic e Okwonkwo si sono ripresi dai rispettivi malanni e sono disponibili, anche se per loro è prevista la panchina, almeno all'inizio dei 90 minuti. Infine ci sono Krejci e Falletti, entrambi a caccia di una maglia da titolare, che confermano il loro buon stato di forma e pronti a partire sulla pelouse del Dall'Ara fin dal primo minuto. Soprattutto il ceco, che vuole avere una seconda cianche rispetto alla prova non brillante offerta a Verona e sarebbe quello che, nel lotto degli attaccanti, garantirebbe maggiore copertura. E siccome di fronte c'è l'Udinese, è possibile che il tecnico viri su questa opzione, per dare maggiore protezione alla porta di Mirante. Si gioca alle 15 contro i bianconeri di Oddo, tecnico che ha un ruolino di marcia da record da quando è sulla panchina friulana: 4 partite e 4 vittorie. Ma siccome il detto racconta che "non c'è il 2 senza il 3 e il 4 viene da se", la quinta vittoria non è scontata e i ragazzi di Donadoni ce la metteranno tutta per fermare l'avanzata bianconera e dare al proprio tecnico il record di punti per la squadra rossoblù, da quando esiste la serie A a venti squadre. Ed è quello che sperano, ardentemente, tutti i tifosi che saranno al Dall'Ara oggi.

(Fonte Marcello Giordano - RdC - Photo Alessandro Sgarzi) 

Ultima modifica il Sabato, 30 Dicembre 2017 10:24
Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"