Simone Verdi sul prato di Casteldebole Simone Verdi sul prato di Casteldebole Foto di Alessandro Sgarzi

CorrBo - A.A.A. Simone cercasi - 28 Feb

Scritto da  Feb 28, 2018
L'ultimo mercato del Bologna è stato un mercato fatto di scelte utili alla squadra nell'immediato, ma non composto di investimenti (che è quello a cui dovrebbe puntare una società come quella rossoblù). Nessun "Simone Verdi bis" in vista quindi, ed esemplificativo di ciò è la formula di approdo dei due giocatori dall'impatto maggiore in questa stagione: Andrea Poli e Rodrigo Palacio, entrambi calciatori navigati e giunti sotto le due Torri a parametro zero. Per gli altri membri della truppa rossoblù giunti nelle ultime due sessioni di mercato, la situazione è abbastanza nebulosa: De Maio e Gonzalez, approdati alla corte di Donadoni per poco meno di 4 milioni, non hanno risolto i problemi difensivi della squadra, mentre aumenta già l'attenzione per il possibile impatto che potrà avere Romagnoli (giunto dall'Empoli in prestito con diritto di riscatto), di Paz (attualmente in prestito in Argentina) e di Dijks (ex Ajax e promesso sposo del Bologna a Giugno). Nella mediana l'innesto di Dzemaili è stato una piacevole sorpresa, un'operazione che collimava con gli interessi famigliari del centrocampista elvetico. In attacco invece gli arrivi si sono moltiplicati, con gli approdi di Falletti ed Avenatti per una cifra complessiva attorno ai 6 milioni (reminiscenze dell'affare Britos), il cui unico sussulto sinora è giunto sabato scorso contro il Genoa di Ballardini e che dovranno fornire conferme all'ambiente felsineo nei prossimi mesi. Ultimo ma non ultimo, Riccardo Orsolini, proveniente dalla terra d'oro bergamasca e figliuol prodigo di bianconero dipinto, su di lui si sono posate le mani di Riccardo Bigon che lo hanno vestito di rossoblù sino a Giugno 2019. Non resta da vedere se si rivelerà un giocatore degno di fiducia e dell'investimento di 7 milioni che dovrebbe fare il Bologna per acquisirne il cartellino, dimostrando a tutti che il suo talento cristallino è pronto per esplodere anche in Serie A.
(Fonte: Il Corriere di Bologna; articolo di Alessandro Mossini)
Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..