RdC - Prove di futuro a Casteldebole: si riapre la partita dei rinnovi - 21 Mar

Scritto da  Mar 21, 2018

"I dirigenti scelgono gli uomini e hanno il compito di giudicarli. Lo faremo a fine stagione". Parole (e musica) di Claudio Fenucci che certificano la notizia di un futuro tutt'altro che certo a Casteldebole per Roberto Donadoni, che pure è forte di un altro anno di contratto. Lo stesso ad rossoblù e il diesse Bigon hanno riattivato i contatti con alcuni degli agenti dei calciatori in scadenza di contratto, a conferma che la partita dei rinnovi si è riaperta. 

Capitolo Mbaye. L'entourage del classe '94, dal quale erano arrivati segnali di frenata (nonostante un'intesa di massima per il prolungamento del contratto in scadenza nel 2019), resta in attesa di nuovi contatti per fissare un incontro, segno della riapertura a parlare di rinnovo a cui è seguito il rientro del difensore nelle rotazioni, dopo circa un mese e mezzo di panchina.

Capitolo Masina. Parole di distensione sono arrivate, nel dopo partita contro la Lazio, anche dal 24enne difensore cresciuto a Casteldebole che all'Olimpico ha spiazzato tutti, aprendo sia all'ipotesi di rinnovo che a una potenziale cessione, con Lipsia e Atalanta alla finestra. "Non è questo il momento di parlare dell'argomento: lo faremo a tempo dovuto" ha aggiunto Masina, posticipando ogni discorso a fine stagione, quando sarà definitivo anche il futuro dell'allenatore.

Capitolo Donsah. Stesso discorso riguarda Godfred Donsah, rilanciato tra i titolari con Atalanta e Lazio. Dopo essere stato vicino al Torino in estate, il ghanese ha trattato con i granata anche a gennaio (in seguito al ritorno di Dzemaili) salvo rifiutare il trasferimento e cambiare intermediario italiano mettendosi nelle mani di Pagliari, lo stesso che cura gli interessi di Manolo Gabbiadini. Ora c'è la promessa di riparlare di rinnovo a fine stagione, quando le parti decideranno se prolungare l'accordo o dividere le rispettive strade.

Sulle trattative peserà molto la presenza o meno anche il prossimo anno di Donadoni, considerato che molti degli elementi in questione stavano faticando a trovare feeling (e spazio) con l'attuale staff tecnico. Contemporaneamente, l'allenatore ha rilanciato proprio alcuni di questi giocatori a dimostrazione di come sia tutt'altro che rassegnato a dover abbandonare la barca a fine campionato.

 

 

 

(Fonte: Marcello Giordano, il Resto del Carlino)

Ultima modifica il Mercoledì, 21 Marzo 2018 17:45
Francesco Foschini

Laureato in legge senza amore per la materia, due passioni su tutte: i libri e lo sport. Sogno un futuro da giornalista, vivo un presente da tifoso