RdC - Esclusi alla ricerca del riscatto - 27 mar Alessandro Sgarzi

RdC - Esclusi alla ricerca del riscatto - 27 mar

Scritto da  Mar 27, 2018

Sotto la lente di ingradimento di società e tifosi ormai da tempo c'è il mister, quel Roberto Donadoni che ha un contratto fino al 2019, che salvo clamorosi colpi di scena non rinnoverà a fine anno. L'allenatore bergamasco è sotto osservazione già da diverso tempo, ma oltre a lui ci sono anche quei giocatori che in questi ultimi mesi di Serie A sono chiamati al riscatto, dimostrandosi all'altezza del progetto tecnico rossoblù, che il prossimo anno entrerà nel secondo triennio, quello della crescita, in cui l'asticella dovrà essere per forza di cose alzata.

Sarà compito del mister dare loro delle opportunità per mettersi in mostra, anche perchè per alcuni di loro sono stati fatti degli investimenti importanti. In tal senso si può citare Ladislav Krejci, ingaggiato dallo Sparta Praga per 3,8 milioni di euro, titolare fisso il primo anno, e desaparecido nella stagione corrente, in cui negli ultimi 3 mesi ha totalizzato la miseria di 108 minuti. 
Con lui Mattia Destro, pagato 9 milioni, più 2,5 milioni di bonus che ballano ancora oggi, ma che, se non dovesse più far parte del progetto rossoblù, sarà complicato rivendere a cifre importanti se continuerà a giocare così poco.
Aggiungiamoci anche Krafth e Mbaye, titolare fisso per diverso tempo in questa stagione, ma scomparso nelle ultime giornate, soprattutto dopo il cambio di modulo e l'espulsione a Milano contro l'Inter. Per il terzino c'è un discorso rinnovo ancora da chiudere, i tempi stringono...
E Nagy?. L'ungherese ha perso la titolarità dell'anno scorso, ma quando è stato chiamato in causa ha risposto spesso positivamente.
Oltre a loro c'è da citare anche Godfred Donsah, per gli stessi motivi di Mattia, mentre la società si augura di vedere in campo anche giocatori come Avenatti, Falletti e Orsolini per valutare il loro vero valore, e magari progettare al meglio il prossimo mercato estivo, che vedrà quasi sicuramente la partenza di Verdi verso una big.

A Donadoni l'arduo compito di gestire questo finale di stagione, in cui lui si dovrà guadagnare la riconferma, e molti giocatori la fiducia della dirigenza per le prossime stagioni. 

Davide Centonze

Appassionato di calcio e soprattutto tifoso rossoblu. Attualmente frequentante il corso di scienze della comunicazione con il sogno di diventare giornalista sportivo.