Squadra che convince non si cambia - 8 apr

Scritto da  Apr 08, 2018

Ancora 4-3-3, ancora Palacio al centro dell'attacco, e ancora Destro in panchina...anzi no, il numero 10 è rimasto a Bologna a causa di un problema al polpaccio un po' sospetto.
Squadra che convince non si cambia; il detto sarebbe diverso lo so, ma i due pareggi contro Lazio e Roma sono da considerare comunque due ottimi risultati, arrivati dopo prestazioni convincenti dagli interpreti in campo, e grazie alla preparazione perfetta di Donadoni.

Contro il Crotone non sarà di certo una passeggiata, vista la posizione in classifica dei calabresi, che li vede al terz'ultimo posto, in piena lotta per non retrocedere a quota 24 punti, con la Spal a 27, che ieri pomeriggio ha strappato un pari all'Atalanta di Gasperini.
Gli uomini di Zenga arriveranno sicuramente con la bava alla bocca dopo le tre sconfitte consecutive contro Roma, Fiorentina e Torino, in cui la squadra ha fatto un notevole passo indietro anche dal punto di vista del gioco e dell'aggressività.

Il Bologna ha passato una settimana tormentata dopo la questione Donadoni, fischiato ingiustamente sabato scorso dopo il cambio Verdi-Krejci, ma comunque in un buon stato di forma. Non è al meglio Blerim Dzemaili, anche se venerdì e sabato ha svolto l'allenamento regolarmente con i compagni, insidiando la titolarità di Donsah, che resta favorito. Non sono partiti per Crotone invece Gonzalez, Nagy, Keita e come detto Mattia Destro.

Le probabili formazioni:

Zenga dovrebbe affidarsi al 4-3-3 con Ricci e Stoian esterni di un tridente completato da uno tra Trotta e Simy. Non ci sarà Budimir, che rientrerà verso fine mese a causa della frattura al metatarso. Oltre alla punta bosniaca non ci saranno Izco, Benali, Simic e anche Nalini alle prese con una problema muscolare.
In difesa Faraoni dovrebbe spuntarla su Sampirisi, mentre in mezzo al campo occhio a Crociata, che potrebbe avere una chance dal primo minuto.

Come detto non dovrebbe cambiare quasi niente Donadoni rispetto alla sfida contro la Roma. In difesa potrebbe partire dall'inizio Mbaye, a sfavore di un Torosidis che non si è allenato sempre con il gruppo nel corso della settimana, mentre in mezzo al campo Dzemaili potrebbe recuperare all'ultimo e soffiare il posto a Donsah.
Davanti Palacio guiderà il tridente composto da Verdi e Di Francesco: scelta praticamente obbligata dopo lo stop di Destro.

Vincere e portare a casa i 3 punti non sarà di certo scontato contro un Crotone con l'acqua alla gola, ma la gamba c'è, come la convinzione di poter fare bene contro una squadra sicuramente più debole sulla carta.

Davide Centonze

Appassionato di calcio e soprattutto tifoso rossoblu. Attualmente frequentante il corso di scienze della comunicazione con il sogno di diventare giornalista sportivo.