Stampa questa pagina
I risultati del Settore Giovanile - 9 Apr Alessia Bastoni

I risultati del Settore Giovanile - 9 Apr

Scritto da  Apr 09, 2018

 

 

Weekend tutto sommato positivo per il settore giovanile rossoblù. La notizia più rilevante è quella del ritorno alla vittoria della Primavera dopo (quasi) un girone. Le altre Under, invece, ballano nella zona playoff.

La Primavera di Emanuele Troise batte la Lazio, sempre più fanalino di coda, e mette il fiato sul collo alla terz’ultima in classifica, l’Hellas Verona. Le speranze dei playout si riaccendono per i ragazzi rossoblù, anche perché mancano sei giornate alla fine del campionato e la lotta, là nei piani bassi, è ancora serrata.
La gara è stata decisa al 41’ del primo tempo, quando Krastev ha sfruttato una spizzata di Mutton per battere l’estremo difensore Alia. Azioni rilevanti da parte capitolina se ne contano veramente poche. Anzi, sono i padroni di casa ad avere l’occasione del raddoppio, ma il tiro di Cozzari si infrange sulla traversa.
La prossima giornata sarà contro il Genoa, proprio la squadra contro cui il Bologna aveva vinto (ormai) la penultima volta.

L’Under 17 di Paolo Magnani  ha pareggiato 0-0 contro il Cagliari ma, grazie al segno X di Chievo-Venezia, la classifica rimane invariata, seppur le ultime due giornate rimanenti chiamano i rossoblù ad un vero e proprio miracolo. Nel giro di sei punti, infatti, si trovano i sardi (4^ a 43 pt.), clivensi (5^ a 42 pt.), Cesena (6^ a 40 pt.) e felsinei (7^ a 37 pt.). Ricordiamo che andranno ai playoff le squadre che ricopriranno le posizioni dalla terza alla quinta.
Padroni di casa che si schierano con: Fantoni, Mazia, Montebugnoli, Beltrame, Castaldi, Portanova, Barnabà, Ruffo Luci, Rosso, Rabbi, Bertollo.
Primo tempo che si apre subito con un contatto dubbio tra Cannas, attaccante cagliaritano, e Fantoni. L’arbitro avvicina il fischietto alla bocca, tentenna per pochi istanti, ma non emette nessun fischio. Dopo un approccio notevole da parte degli ospiti, il Bologna cerca di prendere le misure amministrando bene il centrocampo, anche se in avanti Rosso ha difficoltà a tenere i palloni, Ruffo Luci inizia a calare d’intensità e Rabbi non sembra essere in partita. Dopo due brividi con dei tiri da fuori area da parte degli ospiti, è proprio il numero 10 rossoblù a mangiarsi l’occasione più ghiotta del primo tempo, quando a tu per tu con Cabras non riesce a finalizzare.
La seconda frazione inizia piano, con le squadre forse timorose di passare in svantaggio, per poi crescere riguardo a singoli episodi. In pochi minuti, Fantoni compie due prodezze, intervallate da una seconda uscita avventata al limite dell’area: il direttore di gara fa proseguire, anche se il fallo sembrava netto. Dopo un insidioso tiro di Bertollo, prima il Cagliari con Marigoso spreca dopo una bellissima azione in solitaria di Contini, poi Rabbi copia il “collega” di reparto, quando perde l’attimo del tiro dopo una grande discesa sulla fascia di Casciola.
Le prossime due gare vedranno il Bologna scontrarsi con Milan e Udinese, ma la sfida tra Cagliari e Chievo (nella prossima giornata) potrebbe dare una grossa mano ai ragazzi di Magnani.
Qui le interviste post-partita all'allenatore e all'estremo difensore, Fantoni.

L’Under 16 di Francesco Satta pareggia 0-0 contro la Lazio, facendo un risultato che ha un doppio sapore: dolce perché comunque i capitolini sono secondi, amaro perché le dirette concorrenti, Cagliari e Udinese, non si sono fatte male (0-0), quindi sarebbe potuta essere una buona occasione per allungare ulteriormente e mettere una seria ipoteca sul playoff. La classifica ora dice: Milan (4^ a 40 pt.), Bologna (5^ a 36 pt.), Cagliari (6^ a 35 pt.), Udinese (7^ a 33 pt.).
L’allenatore ha schierato l’11 iniziale con: Prisco, Zannoni, Varano, Graziano, Cudini, Orlietti, Sanzovo, Parlanti, Mattiolo, Naddeo, Fabretti.
Il primo tempo si dimostra subito vibrante, per poi scendere d’intensità man mano che scorrono i minuti. Sicuramente sono i locali ad avere il pallino del gioco in mano: Cudini e Orlietti sfiorano entrambi il gol da calcio d’angolo a distanza di pochi minuti l’uno dall’altro, ma in entrambi i casi è bravo Moretti ad impedire la rete. L’episodio più contestato avviene al 17’, quando Parlanti viene steso dall’estremo difensore laziale, non degno di decretare una massima punizione da parte del signor William-Villa.
Nella seconda parte della gara, i padroni di casa riniziano subito forte con un colpo di testa e un gran destro da fuori area da parte di Mattiolo. In seguito, la Lazio esce dal guscio e affronta la gara con maggior pericolosità dalle parti di Prisco. Al 21’, l’azione più importante per gli ospiti: Zilli ruba palla nei pressi dell’area rossoblù e fa partire una conclusione centrale che incontra i guantoni di Prisco. Sul finire, spizzata quasi vincente di Zannoni che non trova gloria in fondo alla rete.
Gli ultimi due impegni, con Inter e Brescia, saranno decisivi per un Bologna che ha in mano il proprio destino.

L’Under 15 di Francesco Morara ha, invece, ragione per 1-0 su una Lazio che non ha più nulla da chiedere al campionato. I capitolini, infatti, occupano il nono posto in graduatoria e dovranno solo preoccuparsi di non aggravare la loro situazione, visto che Spal e Chievo incombono. Chi si trasforma in avvoltoio e si ciba delle carcasse altrui (per il momento) è il Bologna: la bella vittoria di ieri, infatti, porta i felsinei al quarto posto (38 pt.), anche grazie alla vittoria del Cagliari (7^ a 35 pt.) che torna prepotentemente in corsa per un posto nei playoff. Tra di loro, ci sono Udinese e Cesena (5^ e 6^ a 35 pt.). Una lotta serratissima.
La formazione che è scesa in campo è stata composta da: Ruggiu, Cavina, Mantovani, Dimitrijevic, Rubbi, Panariello, Vanzo, Marenco, Lami, Bovo, Ballan.
Il gol vittoria è stata siglato da Dimitrijevic al 35’ del primo tempo.
Come per l’U16, anche i ragazzi di Morara affronteranno Inter e Brescia, forti però di un quarto posto.

I Giovanissimi Regionali Professionisti pareggiano 1-1 nel derby contro il Sassuolo, secondo in classifica, facendosi così agganciare in terza posizione dal Parma. Prima e seconda, pari a 59 punti, rimangono Cesena e neroverdi; felsinei e ducali, invece, sono in ritardo di sei lunghezze. I gol sono stati siglati da Zaffi (B) e Cinquegrano (S).
Sarà affascinante vedere come si accorcerà o allungherà la classifica nel prossimo turno, quando il Bologna ospiterà il Cesena, mentre il Sassuolo sarà di scena a Parma.

Ultima modifica il Lunedì, 09 Aprile 2018 17:31
Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.